Entries tagged with 'occupato'

COMUNICATO VOLTURNO SU INCONTRO ASSESSORATO ALLA CULTURA

  • 21 Luglio, 2014 17:05

assessorato

COMUNICATO SULL’INCONTRO DEL COLLETTIVO DEL VOLTURNO CON L’ASSESSORA ALLA CULTURA DEL COMUNE DI ROMA GIOVANNA MARINELLI

 

Oggi, lunedì 21 Luglio 2014, alle 9:00, ci presentiamo davanti all’assessorato alle politiche culturali di Roma. Solita accoglienza. Una camionetta della Polizia presidia l’ufficio delegato allo sviluppo culturale della città difendendolo dalla minaccia, per così dire, della cultura indipendente.

 

Alle 9:05 entriamo nell’ufficio e incontriamo la nuova assessora alle politiche culturali, la signora Giovanna Marinelli, alla quale, dopo aver  illustrato  la storia del Volturno e le attività svolte durante la sua occupazione, rivolgiamo le nostre richieste: chiarimenti sulla catena decisionale che ha portato allo sgombero; assunzione di responsabilità e di una posizione dell’amministrazione rispetto allo sgombero eseguito dalla prefettura, distanziandosene oppure condividendola; riconoscimento di un’esperienza culturale attiva da sei anni all’interno di un quadrante urbanistico difficile dal punto di vista socio-culturale; informazioni sulla proprietà ed eventuale progetto di questa sull’immobile; imposizione del rispetto del vincolo di destinazione d’uso culturale relativamente all’attività svolta all’interno del Volturno; tutela del patrimonio storico e architettonico di un edificio ubicato all’interno del centro storico.

 

Dopo avere ascoltato le nostre richieste, l’assessora ha chiesto del tempo al fine di dare le dovute risposte e, contestualmente prendere una posizione sull’accaduto. Ha altresì espresso il suo interesse a fare luce sulla questione, dicendo che se ne sarebbe occupata quanto prima. Per questo è stato fissato un nuovo incontro per la prossima settimana. Incontro in cui pretenderemo le risposte che sono state promesse questa mattina dall’assessore.

 

Durante il colloquio abbiamo comunicato la nostra decisa disapprovazione verso un atto repressivo come è stato lo sgombero del Cine Teatro Volturno Occupato, libero luogo di condivisione, scambio di saperi, formazione, espressione e critica sociale. Equipariamo ad una nuova forma di fascismo la sottrazione di uno spazio di produzione di cultura indipendente, accessibile a tutti e tutte, quanto più svincolato da rapporti di subordinazione economica, nato come risposta ad una grave emergenza culturale e da questa configurando un’alternativa valida e riproducibile. Abbiamo comunicato di essere presenti a quel tavolo, non solo come singola esperienza di rivendicazione, ma anche e soprattutto come parte di un movimento molto più ampio che investe spazi sociali e movimenti per il diritto all’abitare, ugualmente decisi a non mollare di un centimetro tutto il patrimonio conquistato con i percorsi e le lotte intraprese.

 

L’assessora, nonostante il ruolo istituzionale e un atteggiamento cauto, ha condiviso un punto importante al quale auspichiamo possa dare la necessaria continuità politica e priorità nell’agenda dei lavori. Di risposta alla nostra ferma convinzione che gli spazi sociali non vadano toccati in quanto costituiscono una risorsa indispensabile nel deserto culturale in cui viviamo, l’assessora ha ammesso che nella città di Roma la risposta della politica all’importante fabbisogno di strutture, accessibili a tutti e tutte, che assicurino il legittimo bisogno di esprimersi, formarsi, condividere, intrecciare relazioni, in poche parole di fruire e produrre cultura, sia stata gravemente carente, se non assente. Visto il contesto del discorso, che su nostro impulso ha preso l’abbrivio dall’attività dei centri sociali-culturali e dall’indebita loro criminalizzazione, stante il loro essere risposta ad esigenze fondamentali della cittadinanza, si poteva evincere, quindi, anche un riconoscimento dell’assessora alla necessità sociale che fonda e anima l’attività dei centri sociali-culturali e un riconoscimento di questa funzione e di questa necessità.

 

Promettendo all’assessora che continueremo a difendere con tutti i mezzi a nostra disposizione quegli spazi di operatività che abbiamo conquistato, ci auguriamo che il suo operare futuro non smentisca questo suo atto di presa di coscienza odierno.

 

LABORATORIO DI CULTURA INDIPENDENTE VOLTURNO OCCUPATO

 

Di seguito un link del comunicato ufficiale dell’Assessorato:

http://www.romadailynews.it/politica/lassessore-marinelli-incontra-una-delegazione-del-volturno.php

SAB19LUG – CINEMA ALL’APERTO vs. SPECULATION MARKET

  • 18 Luglio, 2014 16:18

banner-19Luglio

Sabato 19 Luglio – Per il diritto alla città
Cinema all’aperto contro speculation Market
Ponte Settimia Spizzichino (lato ostiense)

Il 1° Giugno 2014, abbiamo occupato, per un giorno, gli ex-mercati generali; lo abbiamo fatto per accendere un faro su uno dei tanti spazi abbandonati di Roma Sud, destinato all’ennesima speculazione.
Abbiamo detto Cultura Indipendente VS Speculation Market, perchè siamo ostinati e pretendiamo il diritto di mettere in contrapposione due interessi, quello dei privati sostenuti quasi sempre in maniera esplicita dalle istituzioni, e quello collettivo, in cui è necessario un altro tempo, quello della partecipazione diretta, della salvaguardia degli interessi collettivi, della redistribuzione della ricchezza.
Le nostre vite contro i loro profitti.

Per questo stesso motivo, il Volturno Occupato, uno dei motori di questa esperienza, è stato sgomberato. Questa iniziativa sarà già una risposta collettiva per quello che il Volturno rappresenta in questa Città e che hanno voluto brutalmente messo a tacere: rivendicare un altro modo di vivere la prodzuione culturale e, in generale, di immaginare e costruire la metropoli di Roma.

Ore 19 aperitivo sociale con

Proiezione di Materiali Video relativi al Volturno Occupato

Ore 21
“Breve inchiesta sugli ex mercati generali”
(Roma, 2014 – intelligenza collettiva)
Un primo passo di inchiesta sulla sotria, la percezione e l’impatto della vicenda degli ex-mercati Generali. Un territorio in tresfromazione tra speculazione e precarietà.

Ore 22
“Smetto quando voglio”
(Italia, 2014 – diretto da Sydney Sibilia)
È la storia di un gruppo di brillanti ricercatori universitari che tentano di uscire dall’impasse lavorativa ed esistenziale della precarietà cronica, producendo e spacciando smart drugs.

LABORATORIO “La Notte Brava” a cura di Alessio Bergamo e Compagnia Postop

  • 12 Luglio, 2014 21:37

nottebrava

Cine Teatro Volturno Occupato – Laboratorio di cultura indipendente

e

Compagnia POSTOP

PRESENTANO:

 

LA NOTTE BRAVA

Un laboratorio teatrale su Pasolini

 

Condotto da Alessio Bergamo

Dal 20 settembre al 5 ottobre Dalle 10 alle 18 Presso

Cine Teatro Volturno Occupato – via Volturno 37 – Roma

 

SU COS’È

È una nuova tappa di un progetto già iniziato da qualche tempo, dedicata all’elaborazione di strumenti per trasmettere con il media teatrale la poetica di Pasolini.

La notte brava è un racconto/sceneggiatura del 1957 incluso nella raccolta Alì dagli occhi azzurri , la cui trama è incentrata sulle peripezie vissute da alcuni ragazzi di vita nel tentativo di piazzare una refurtiva e di goderne il bottino.

Il quadro d’ambiente, lo spazio della città, così determinanti nell’opera di Pasolini, in quel progetto erano affidati alla macchina da presa, e nel racconto al testo del narratore. Come renderli attivi sulla scena? Come trasformare quel mondo di immagini in conflitto scenico, in atmosfera teatrale, in partitura d’attore? Come creare assieme spazi performativi autonomi, originali, personali e al tempo stesso capaci di trasmettere il mondo, la poetica pasoliniana? Come avvicinarsi a personaggi così determinati e particolari (e lontani) da un punto di vista antropologico, evitandone la diretta imitazione? Quali mezzi, quali risorse attivare per ottenere questo risultato?

Il progetto La notte brava avanza tappa per tappa. Non è “finalizzato” ad uno spettacolo – è una performance continua.

Nell’approccio di POSTOP ogni momento performativo è uno spettacolo e uno spettacolo non è mai finito.

Nell’ottica del Volturno, invece, questo laboratorio è un momento di formazione che si configura come contributo alla sua politica di sostegno alla cultura indipendente, assieme ad una serie di altre iniziative dedicate al teatro, alla musica, alla pittura murale, agli audiovisivi.

A CHI È RIVOLTO

Ad attori, registi e scenografi . È preferibile che ci sia un’esperienza di formazione teatrale completata nel curriculum del partecipante. Il numero dei partecipanti non sarà superiore a 20. La partecipazione al laboratorio è gratuita. Verrà richiesta una partecipazione attiva nella sistemazione della sala di lavoro.

Chi potesse partecipare al lab solo saltuariamente è invitato a non candidarsi.

Gli organizzatori si riservano il diritto di interrompere la frequenza dei partecipanti, in qualsiasi momento, qualora siano da ostacolo al sereno e professionale svolgimento dei lavori.

COME PARTECIPARE

Compilare la scheda di partecipazione allegata qui di seguito e spedirla ENTRO IL 10 SETTEMBRE a postop@rocketmail.com (con oggetto: Laboratorio Pasolini).

SCHEDA DI PARTECIPAZIONE

COME PREPARARSI

Ovviamente leggendo La notte brava e leggendo/vedendo quanto più si può di Pasolini. In particolare il Pasolini romano (Ragazzi di vita, Una vita violenta, Alì dagli occhi azzurri e Accattone, Mamma Roma, La ricotta, Le ceneri di Gramsci, La religione del mio tempo) ma anche quello degli anni ’60 e ’70.

PER INFO

Tel. 3349608074, postop@rocketmail.com

Scadenza bando di concorso 10 settembre. Entro il 14 settembre verrà comunicata l’eventuale accettazione della domanda.

 

ALESSIO BERGAMO

 

Alessio Bergamo è nato nel 1964. Ha studiato storia del teatro all’Università La Sapienza di Roma sotto la guida del prof. Marotti

e si è laureato nel 1990 (con una tesi sugli spettacoli di massa del 1920 a Pietrogrado, frutto di un anno di ricerche in URSS).

Dal 1991 al 1993 segue come dottorando in Storia teoria e tecnica del teatro e dello spettacolo (VII ciclo, coordinatore prof. Ferruccio

Marotti) il progetto del Centro Teatro Ateneo, del Teatro di Roma e della Scuola d’Arte Drammatica di Mosca diretta da Anatolij Vasil’ev

dedicato al Ciascuno a suo modo di Pirandello. Il progetto dura due anni e si svolge tra Mosca e Roma, coinvolgendo attori italiani,

tedeschi, belgi e russi e concludendosi con 20 spettacoli in improvvisazione al Teatro Ateneo di Roma. In questo progetto lavora come

attore e aiuto regista(la tesi di dottorato, dedicata a questa esperienza e all’arte di Anatolij Vasil’ev, viene discussa tre anni dopo, il

novembre del 1996). Nel 1993, a conclusione del progetto ritorna in Russia a seguire il lavoro di Vasil’ev e proseguire la sua formazione

artistica e ci rimane sino al 1996.

Dal 1994 avvia l’attività di regista teatrale. Ai suoi spettacoli lavora sviluppando il metodo appreso alla scuola di Vasil’ev, basato

sull’adozione sistematica dell’improvvisazione strutturata in sede di prove, su un rapporto vivo, ravvicinato e spesso diretto (di

interlocuzione) col pubblico, su un taglio stilistico che mescola il realismo al fantastico e l’assurdo. Male di luna, una versione scenica di

cinque novelle di Pirandello, al Teatro Drammatico di Vologda – 1994 -; Il castigo senza vendetta, di Lope de Vega, al Teatro Ucraino di

Odessa -1997-; Le memorie di un pazzo, di N.V.Gogol’, al Teatro Nazionale di Petrozavodsk -1998-; di nuovo Il castigo senza vendetta,

questa volta con una compagnia di attori italiani, nel quadro del festival organizzato del Teatro di Roma “Per antiche vie” – 2000-;

Affabulazione, di Pasolini, al Teatro Okolo Doma Stanislavskogo di Mosca – 2000-; La dama folletto di Calderon de La Barca, al Teatro

Lensovet di Pietroburgo -2001-; Bàrricàti, montaggio di fiabe tratte dalla tradizione orale della Tuscia, con la compagnia La Torre di

Viterbo, al ex convento Santa Maria in Gradi -2007-; La resistibile ascesa di Arturo Ui, di B. Brecht, al Teatro Drammatico Ucraino di

Odessa -2008-; il laboratorio-spettacolo sulla Trilogia della villeggiatura di Goldoni al teatro “Scuola d’Arte Drammatica” di Mosca -2011-; il progetto internazionale italo-russo con attori di entrambi i paesi, prodotto da Postop e dal teatro “Scuola d’Arte Drammatica” di Mosca, sempre dedicato alla Trilogia della villeggiatura.

Dal 2001 intensifica l’attività pedagogico-teatrale, che aveva già avviato qualche anno prima (1996) quando insieme al maestro russo

Jurij Alschitz aveva fondato l’associazione “Protei-Progetti Teatrali Internazionali”. Nel quadro dell’attività di Protei, che si occupava di

aggiornamento professionale per attori e registi professionisti e produceva laboratori con artisti e docenti di paesi differenti, lavora come

docente di recitazione a Roma, all’Accademia Reale di Teatro di Stoccolma –nel 1997-, al centro Akt-Zent di Berlino –nel 1997-, alle

Orestiadi di Gibellina del 1997, al Gik -l’Istituto statale di cinema di Mosca – nel 1998. Dal 2001 il lavoro di pedagogia diventa più

sistematico e centrato sull’Italia. Fulcro del lavoro è lo sviluppo del Metodo dell’analisi mediante l’azione, elaborato da Stanislavskij negli

ultimi anni di vita, praticato e sviluppato nel corso del XX secolo da diversi suoi allievi, e allievi di allievi, e diffusosi fortemente in tutti i

paesi dell’ex Urss nell’ultimo cinquantennio. Si tratta di un approccio al testo letterario che ne enuclea la struttura drammatica e la fa

sviluppare in improvvisazione agli attori, prima di chiudere il periodo di prove con la messa in forma dello spettacolo. Dal 2001 ha

insegnato, tra l’altro, all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” di Roma (Recitazione e Drammaturgia dell’attore –

dal 2001 al 2006), presso la Scuola del Teatro Stabile delle Marche ad Ancona (recitazione – nel 2005), presso la Scuola Galante

Garrone di Bologna (recitazione – nel 2003) presso la Link Academy di Roma (recitazione e regia 2009), presso ITACA – unica scuola di

teatro accreditata dalla regione Puglia – (recitazione e regia, nel 2009). Insegna tutt’ora presso la Scuola di Teatro La Cometa di Roma

(recitazione), presso la International Acting School di Roma (recitazione), presso la Scuola Civica “Paolo Grassi” di Milano (recitazione

e regia), presso Eutheca (Roma), presso l’Accademia del Teatro Quirino (Roma), presso l’Accademia Nico Pepe (Udine).

Dal 2004 ha avviato anche un’attività di docenza teorica. Presso l’università della Tuscia, a Viterbo -dal 2004 al 2008-, presso

l’Università della Calabria, a Cosenza -dal 2007 al 2010- e presso l’Accademia di Belle Arti a Frosinone -dal 2008-. Come studioso ha

pubblicato anche tre libri (editi da Bulzoni, Ubulibri e Acta) e una dozzina di studi su riviste specialistiche, dedicati per lo più alla teoria e

alla storia del teatro, con particolare attenzione al teatro russo.

Nel 2009 ha fondato la compagnia POSTOP con la quale ha prodotto il progetto Brevi storie naturali (14 spettacoli in improvvisazione

sulle novelle di Pirandello –provincia di Roma e Reggio Emilia, 2010), il progetto Passioni (sulla Passione secondo Matteo di J.S.Bach), il progetto internazionale Sotto un altro cielo, ha avviato il progetto La notte brava e conduce un’attività di ricerca e laboratorio gratuita con attori e registi professionisti.

MER25GIU Volturnèe – Rassegna di Teatro Indipendente presenta: Milon Mela + Compagnia Sakuntala

  • 18 Giugno, 2014 17:09

Diapositiva1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mercoledi 25 Giugno dalle 21.00

CINE TEATRO VOLTURNO OCCUPATO

Volturnèe – RASSEGNA DI TEATRO INDIPENDENTE

presenta:

▶ Milon Mela [ ARTI PERFORMATIVE DALL’INDIA ]

▶ Compagnia Sakuntala [ DANZA CONTEMPORANEA ]

——————————————————————

MILON MELA

L’intento è di presentare al pubblico europeo alcune delle
più antiche discipline dell’India ormai in via d’estinzione, caratterizzate da
tecniche performative altamente sviluppate e spettacolari. La carica
energetica, le acrobazie e la vivacità dei costumi catturano l’attenzione di
grandi e piccini in un crescendo di ritmi, colori, ed emozioni.
Nelle discipline tradizionali le pratiche rituali precedono e fungono da
preludio alle azioni drammatiche, OM SHANTI una delle più antiche invocazioni in Sanscrito dà inizio
allo spettacolo.
I musicisti Baul, con un accompagnamento musicale molto energetico aprono lo spettacolo; i loro
canti faranno da contrappunto a tutte le azioni drammatiche che seguiranno.
La danza classica Gotipua sembra riportarci all’interno degli antichi templi induisti. Le coreografie
caratterizzate da un delicato erotismo narrano le vicende d’amore tra Krishna e Rada mentre le
posizioni Yoga rievocano le sculture raffiguranti le più amate divinità dell’induismo.
Se la dolcezza e la gioia sono prerogative dei Baul e dei Gotipua, all’opposto si situa il Kalaripayattu;
davanti a noi sembrano rivivere antichi guerrieri che con un ricchissimo alfabeto di duelli a mani nude,
con bastoni, con spade e scudi provocano momenti di forte tensione drammatica. Insieme ai maestri
dell’arte marziale Kalaripayattu, un maestro di Hatha Yoga presenterà alcune asana tra le più
spettacolari ed esercizi particolarmente gravosi come quello di giacere su un letto di lame accuminate.
L’eco delle armi si è appena spento quando risuona il rombo dei giganteschi tamburi della danza
Chhau e multiformi divinità invadono la scena per narrarci uno dei più antichi miti dell’induismo: la
dea Durga, madre, protettrice e guerriera, cavalcando un leone e in compagnia dei propri figli,
sconfigge i demoni che si erano impadroniti del cosmo.
Lo spettacolo si conclude con l’ipnotica e suggestiva danza del fuoco del Kalaripayattu: fiaccole e
grandi fuochi rotenati su bastoni e lunghe catene, creano incantevoli fantasmagorie.
L’acme emotivo e sensoriale raggiunto durante tutto lo spettacolo, lascerà negli spettatori un ricordo
indimenticabile.

 

LINK:

—————————————————————–

COMPAGNIA SAKUNTALA

La compagnia, diretta da Aurora Pica, prende il nome dalla scultura di Camille Claudel,
omaggio della coreografa ad un’artista che considera fonte d’ispirazione per il singolare
rapporto che caratterizza il suo vissuto e la sua arte, per il modo di plasmare il suo mondo
interiore e dargli voce trasformandolo in composizioni scultoree dalla turbolenta quanto
interessante dinamicità.
Humus della compagnia è il tentativo di restituire autenticità al movimento rendendo il gesto,
mai scontato, capace di arrivare, in maniera limpida ed immediata, ad un pubblico vario e
differenziato. L’intento è di costruire un ponte sempre vivo basato sulla partecipazione attiva
e sulla comprensione piena delle scene e delle situazioni presentate di volta in volta.
Il percorso creativo è incentrato sull’intensità interpretativa che mira a dare spessore alla
personalità dell’interprete, in modo che scene e situazioni possano acquistare una
dimensione tanto più verosimile quanto più incisiva e comunicativa.
La volontà della coreografa è di rendere il vissuto scenico capace di smuovere l’animo dello
spettatore e del danzatore stesso attraverso un corpo che diventa voce senza suono, silenzio
parlante, movimento che si fa parola. Obiettivo ultimo della Compagnia è farsi portavoce di messaggi e spunti di riflessione di
carattere socio-culturale.

SAGLIE SAGLIE

Secolare capitale del Sud, città del mare e del sole,
decantata da artisti e poeti, Napoli è la protagonista
del nuovo racconto della Compagnia Sakuntala:
“Saglie Saglie”.
Una consueta descrizione o il tentativo di aprire una
nuova finestra da cui osservare gli intrecci e le
pulsazioni della città partenopea?
Motore vitale è il carattere della donna meridionale, il
suo temperamento e le sue virtù costituiscono un
propulsivo leitmotiv attraverso cui percorrere le trame
di una città densa di tradizione e cultura.
La volontà della compagnia è quello di fornire uno
sguardo privo dei filtri, talvolta di condanna, talvolta di
banalizzazione, con cui oggi si guarda una città che,
invece, serba un tesoro storico-culturale da riscoprire.
Un omaggio ad una città che ha saputo trasformare le sue debolezze e i suoi ritardi in un
affascinante segno di riconoscimento.

LINK:

http://compagniasakuntala.jimdo.com

————————————————————-

EVENTO FB

SOTTOSCRIZIONE 3 EURO

————————————————————–

CINE TEATRO VOLTURNO OCCUPATO

via volturno 37 [metro A/B termini, tanti notturni]

 

SAB14GIU@volTURNO del CINETEATRO in Musica – I.MUSIC FESTIVAL 2014

  • 7 Giugno, 2014 03:03

bannerivolt

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un Festival di Arti e Musica Indipendente dal 12 al 15 giugno che vedrà esibire artisti, musicisti, clown, cantanti, attori, circensi in 4 diversi spazi occupati di Roma… 
Sabato 14 Giugno sarà il momento di:

★ volTURNO del CINETEATRO in Musica ★ al VOLTURNO OCCUPATO

dalle 19.30 CULTURA INDIPENDENTE con:

▶ EXPO
▶ MOSTRE
▶ CONCERTI
▶ PROIEZIONI
▶ TEATRO
▶ LIVE SET

————————————————————————
PROGRAMMA
————————————————————————

# 19: 30 – |▲| URBAN AREA tour |▲|
a.DNA project vi guiderà negli spazi del teatro Volturno Occupato interessati dagli interventi murali effettuati per il progetto URBAN AREA.in collaborazione con OFF – festival del cinema chiuso.

# 20:00 – |▲| Cena OFF |▲|
[Aperitivo PURE]

# 20:45 – |▲| RUBIK FREAK |▲|
in VideoConcerto
[ CIRCO-PROIEZIONI post/rock ]

#22:00 – |▲| TRIO DISAGE |▲|
in “E’ qui Italia?”
[ Spettacolo di Clown-Teatro inCIVILE]

# 24:00 – |▲| GARBASAMBA |▲|
in Concerto
fischio d’inizio in concomitanza con quello di Italia-Inghilterra, direttamente dai CONTESTATI mondiali in Brasile.
[ SAMBA&MORE NoCopa dal BRASILE]

# a seguire – |▲| “VERDEORO” DJSET by DESORDEM djset|▲|
[‘TILL THE END]

# durante la serata – |▲| mostra fotografica della s_TAZ_ione#1G |▲|

“MOMENTI DI RESISTENZA METROPOLITANA” a cura di Giovanni Nuccetelli

 

★ BOICOTTA IL MONDIALE ★ SOSTIENI LA CULTURA INDIPENDENTE

—————————————————————————–

– URBAN AREA tour :

#IMURIPARLANO – Tour guidato dal collettivo A.dna che toccherà tutte le postazioni di Urban Art presenti all’interno del Volturno Occupato. Ecco gli artisti:

◆ ALADIN ◆ ALOHA ◆ ALT97 ◆ BEETROOT ◆ BOL23 ◆ BORONDO ◆ BENIAMINO LEONE ◆ DAREK BLATTA ◆ DES_X ◆ DIAMOND ◆ DISSENSO COGNITIVO ◆ ELLA ◆ GIULIO VESPRINI ◆ HOGRE ◆ IRONMOULD ◆ JAMES COCHRAN ◆ JAMESBOY ◆ KPM ◆ LEO ◆ MARZIA MTN ◆ MILLO ◆ MILU CORRECH ◆ MR.KLEVRA ◆ MURPHY ◆ OMINO71 ◆ MARCO REA ◆ SHIN ◆ SOLO ◆ STANDARD 574 ◆ STELLECONFUSE ◆ STEN + LEX ◆ STUDIO SOTTERRANEO ◆ UFFA ◆ URKA ◆ 0707 ◆ 5074 ◆ #CANCELLETTO ◆

LINK:

https://www.facebook.com/urbanareadna/photos_stream

——————————————————————————

– Rubik Freak :

Nella formazione attuale da circa tre anni, i Rubik Freak sono una band romana nata dall’incontro di quattro teste, otto mani e due piedi. Post rock in parte, sperimentale forse, ma l’apertura è verso qualsiasi tipo di contaminazione musicale possibile. Fino ad oggi hanno avuto circa una quarantina di esibizioni live in vari locali di Roma e provincia. La loro musica è caratterizzata da una forte componente di musica strumentale contornata da testi propri in forma poetica recitata, cantata, urlata. Il progetto dei Rubik Freak tende a crescere ed ampliarsi anche aldilà di quelli che sono i confini della sola esibizione musicali e cerca continuamente collaborazione con altri generi artistici dalla cinematografia alle arti pittoriche.

LINK:

PAGINA FACEBOOK

https://www.youtube.com/watch?v=TvbtsNQ1tbE
 
https://www.youtube.com/watch?v=ooqPcxDGrzo
 
https://www.youtube.com/watch?v=zB8x9y2HmZQ

————————————————————————-

– Trio Disage :

E’ QUI ITALIA?

Atto unico incentrato sulla vita di due sorelle che, dopo la morte della nonna, unico loro punto di riferimento, si imbattono con le difficoltà della vita quotidiana: la ricerca di un lavoro, il pagamento delle tasse, il sostentamento personale. I tre personaggi, attraverso un linguaggio clownesco, affrontano il tema del lavoro. La ricerca spasmodica di denaro per sopravvivere le porterà ad avere una grande fama internazionale…ma a che prezzo? “E’ qui Italia?” non vuole dare soluzioni ma porre attenzione su come la società odierna proponga un modello di vita basato sui soldi e il potere, favorendo l’avanzamento economico individualista di pochi a discapito del benessere collettivo.

LINK:

https://www.youtube.com/watch?v=AcBcxhTsbms

————————————————————————-

– Garbasamba :

Nato nel 2007 come quartetto in una stanzetta di una casa a Garbatella, noto quartiere di Roma. Oggi i Garbasamba sono una gruppo con un groove ben strutturato e coinvolgente, dato dall’intreccio di 9 elementi fra cui due voci, chitarra, basso, cavaquinho (chitarra brasiliana a 4 corde), flauto traverso, trombone e 2 percussionisti che si alternano su varie percussioni brasiliane e non solo (rebolo, pandeiro, timba, shaker, congas e cajon).

Prendendo spunto dallo straordinario repertorio del samba di choro e della bossa nova, i Garbasamba sconfinano in generi musicali legati da una comune radice africana, come il samba, la Bossa Nova, il funk e il reggae, e si divertono a  “giocare” con le sonorità della tradizione brasiliana adattandole  anche su alcuni pezzi storici della musica popolare romana e italiana.

LINK:

https://soundcloud.com/garba-samba

https://www.facebook.com/garbasambaband?fref=ts

————————————————————————

– VERDEORO DJSET BY “DESORDEM” DJSET … 

sonorità rigorosamente brasiliane, attraverso generi vari, dal SAMBA alla D’N’B …
https://www.facebook.com/tamara.scacciati?ref=tn_tnmn

————————————————————————

– Mostra Fotografica “s_TAZ_ione#1G, Cultura Indipendente vs. Speculation Market”. MOMENTI DI RESISTENZA METROPOLITANA

a cura di Giovanni Nuccetelli

TAZ, “zone temporaneamente autonome”: spazi autogestiti che eludono le normali strutture di controllo sociale.

Ed è proprio in una “sTAZione” della Metropoli Resistente, quella degli ex mercati generali di via Ostiense, che il 1° giugno è arrivato un “treno”.
Un treno che ospita nei suoi vagoni l’idea di una cultura indipendente capace di contrastare la logica speculativa ed escludente, figlia del capitale.
Un treno che non ha nessuna intenzione di fermarsi, che sosterà in altre sTAZioni se necessario.
Un treno sicuramente non ad alta velocità ma dal forte impatto sociale.

LINK:

https://www.facebook.com/pages/S_taz_ione-1g-Stay-Tuned/675352792536924?fref=ts

 #BOICOTTA IL MONDIALE #SOSTIENI LA CULTURA INDIPENDENTE

————————————————————————
SOTTOSCRIZIONE 3 EURO

EVENTO FB: https://www.facebook.com/events/512151082246654/
more info: volturno.noblogs.org
more info I.music Festival: http://imusicfestival.org/
EVENTO FB I.MUSIC FESTIVAL 2014 –> https://www.facebook.com/events/260126554191535/
————————————————————————

CINE TEATRO VOLTURNO OCCUPATO
via volturno 37 [ metro A/B termini, tanti notturni]

VEN6GIU – URBAN AREA

  • 4 Giugno, 2014 19:38

urban area

\\\\\ a.DNA project
in collaborazione con OFF – festival permanente di riattivazione urbana
presenta

▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄
||| URBAN AREA |||
▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄

::: VENERDI’ 6 GIUGNO 2014 :::

@ cineteatro VOLTURNO OCCUPATO
(via Volturno 37, Roma – Termini)

a.DNA project, in collaborazione con OFF – festival permanente di riattivazione urbana, venerdì 6 giugno 2014 aprirà gli spazi di un Volturno Occupato vestito di una pelle del tutto stravolta.
Dalle ore 20.00 all’ex cineteatro erotico di via Volturno 37 (Roma – Termini), sarà possibile visitare gli spazi interessati dal progetto
“URBAN AREA”.

Dopo i problemi causati dal maltempo dello scorso febbraio e il rinvio dell’apertura del progetto, in seguito al lavoro congiunto di nuovi artisti che hanno donato la propria arte a supporto dello spazio, finalmente sarà possibile visitare gli spazi del teatro Volturno.
Non solo arte, ma forza concreta dedita alla ri-attivazione di uno spazio restituito alla cittadinanza da 5 anni, grazie al lavoro continuo di un collettivo di attivisti, dopo decenni di abbandono e tentate speculazioni; Arte Urbana, in questione, spesso dilaniata dalla massificazione e dalle sempre più numerose strumentalizzazioni, insieme danno forma ad un messaggio culturale forte di unità e coesione sociale.

►► Site specific WALLS:

◆ ALADIN ◆ ALOHA ◆ ALT97 ◆ BEETROOT ◆ BOL23 ◆ BORONDO ◆ BENIAMINO LEONE ◆ DAREK BLATTA ◆ DES_X ◆ DIAMOND ◆ DISSENSO COGNITIVO ◆ ELLA ◆ GIULIO VESPRINI ◆ HOGRE ◆ IRONMOULD ◆ JAMES COCHRAN ◆ JAMESBOY ◆ KPM ◆ LEO ◆ MARZIA MTN ◆ MILLO ◆ MILU CORRECH ◆ MR.KLEVRA ◆ MURPHY ◆ OMINO71 ◆ MARCO REA ◆ SHIN ◆ SOLO ◆ STANDARD 574 ◆ STELLECONFUSE ◆ STEN + LEX ◆ STUDIO SOTTERRANEO ◆ UFFA ◆ URKA ◆ 0707 ◆ 5074 ◆ #CANCELLETTO ◆

►► VERNISSAGE h 20.00

▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄
| URBAN PORTRAIT |
▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄
43 Artisti dal progetto Urban Area in Expo

_ Gli artisti:
#cancelletto | 5074 | Adog | Aladin | Aloha | Alt97 | Marta Bohorquez | Bruscolino | Dissenso Cognitivo | Chiara Druda | ER7 | Gojo | Olga Hendel | Hopnn | Hunno | Idrami Animabili | Ilovetu | Ironmould | Jamesboy | kPM | Leo | Beniamino Leone | Lucangelo | Madame Decadent | Marzia MTN | Massimo Mion | Mr.Klevra | Murphy | Noire | Omino71 | Marco Rea | Sado | Shin | Solo | Standard574 | Stelleconfuse | TadhBoy | Uffa | Uno | Urka | Valda | Zome | Zabratta

[Comunicato]
“Urban Portrait” è il nome dell’esposizione che verrà inaugurata la sera del 6 giugno, per la quale ogni partecipante ha creato un lavoro inedito, avendo come unico limite la scelta del supporto: una mappa della città o del quartiere che più ha influenzato la propria esperienza artistica e di vita: una “Urban Area personale” che darà modo all’osservatore di guardare l’agglomerato urbano attraverso gli occhi critici e attenti di artisti che solitamente lavorano modellando, non solo esteticamente, il tessuto della propria città.

Superati i concetti di arte inutile o esclusivamente “imbratta-muri” in strada oppure ancora “venduta” alle gallerie, l’evento di apertura di un progetto avviato già dall’ottobre del 2012 presso l’ex cineteatro Preneste al Pigneto, questa volta al Volturno Occupato abbraccerà tutte le sfaccettature di questo “flusso” artistico che non ha bisogno di etichette, proprio per sottolineare il suo essere indipendente e libero dalle redini di prefissi istituzionalizzanti.
E’ per questo motivo che il collettivo a.DNA ha deciso di presentare, oltre agli interventi murali iniziati nell’aprile 2013 da circa 40 artisti italiani e stranieri, un’esposizione collettiva a cui hanno aderito 43 tra gli artisti che hanno supportato il progetto in entrambi gli spazi in cui si è svolto.

►► PROGRAMMA dalle h 20.00

• VERNISSAGE “Urban Portrait”

• INSTALLAZIONI:
– Teatro Delle Viti (galleria)
– “Insomnia” di kPM
www.facebook.com/kpmart

• STAND di AUTOPRODUZIONI
– Zabratta studio [art toys & plush]
www.zabrattastudio.org
– Wankai lab [produzioni serigrafiche]
www.wankai.it
– Exit – cineofficina Preneste [riuso-riciclo creativo]
www.facebook.com/exitcineofficina

_ Punto info a.DNA & OFF

►► Dalle h 21.00

• “UNDERDOG”
proiezione del film di Ermanno Bonazzi
una produzione “Bonzo’s production”
in collaborazione con Raftek e Kanaka Project
– fan page: www.facebook.com/UnderdogBonzo
– youtube: www.youtube.com/user/TheUnderdog2014

• CINE-CENA
a sostegno di OFF

• BEAT SOUP _dj set
hip-hop/jazz/funk/boombap
www.facebook.com/beatsoupmusic

///////////////////////////////////////////////////////////
►► ENTRATA a sottoscrizione LIBERA e partecipata!
[partecipazione a supporto delle spese del progetto e per i lavori di riqualificazione del Volturno Occupato]
///////////////////////////////////////////////////////////

_ URBAN AREA fb:
www.facebook.com/urbanareadna

_ info: adna.collective@gmail.com

###############################
######### URBAN AREA ##########

– A cura di
a.DNA project
www.facebook.com/a.DNAproject

– collaboratori:
OFF – festival permanente di riattivazione urbana
htto://offestivalcinemachiuso.wordpress.com

– supporters:
StickMyWorld
www.stickmyworld.tk
Street Art South Italy
www.streetartsouthitaly.blogspot.it

– media partners:
Street Art Roma
www.streetartroma.com
Post.it
www.postitroma.it
Organiconcrete
www.organiconcrete.com
Creazina.it
www.creazina.it

LA MALA DISTRIBUTION – My Sexuality it’s Liquid it’s Living

  • 16 Maggio, 2014 23:43

 

flyer ok (1)

LA MALA DISTRIBUTION presenta:
————————————————————————
My Sexuality it’s Liquid it’s Living
————————————————————————
CINE TEATRO VOLTURNO OCCUPATO

La MALA DISTRIBUTION vi invita al secondo appuntamento della stagione con una rassegna di DUE GIORNI dedicata al cinema sommerso. “My sexuality it’s liquid it’s living” propone un approfondimento e una riflessione sulla sessualità e sul genere attraverso opere indipendenti e poco distribuite.

————————————————————————

PRIMO GIORNO —> dedicato al cinema del reale con documentari che trattano di bondage-sadomaso, fetish, performance art, porno al femminile, LGBT elders

PROGRAMMA:

h 19:30
▶ “Ein Wochenende in Deutschland” di Jan Soldat (Germania, 2013, 25′)

 

Due amici pensionati e uno slave. Bondage e sadomaso domestico. Microcomunità. Uno dei tanti fine settimana in Germania.

h 20:00
▶ Incontro con Le Ragazze del Porno: un progetto di cortometraggi porno d’autore girati da registe italiane.

h 20:30
▶ “Raunch Girl” di Giangiacomo De Stefano (Italia, 2011, 54′)

 

Un viaggio attraverso la creazione di un sito porno concepito da una ragazza di vent’anni, per raccontare gli elementi più caratterizzanti di un fenomeno nato in questi anni attraverso internet: la ricerca di popolarità e la velocità con la quale questa si può raggiungere. La generazione di Clara è anche questa.

h 21:30
▶ Incontro con la regista Silvia Maggi

h 21:45
▶ “Welcome Home” di Silvia Maggi (Germania, 2014,30′)

 

Il film racconta le vite di anziani LGBT, gli stessi che hanno lottato per liberarci dalle strutture normative con le rivoluzioni e manifestazioni negli anni ’70 e ’80 e che oggi si devono confrontare con la discriminazione a causa della loro età.

h 22:15
▶ Incontro con Michela Baldo, Rachele Borghi, Olivia Fiorilli che presentano il libro:
“Il re nudo- Per un archivio drag king in Italia”.
Un archivio fotografico, storico e critico sul fenomeno del drag king in Italia, con le voci e i volti delle protagoniste del mondo queer.

h 22:30
▶ “Too much pussy!” di Emilie Jouvet, Wendy Delorme (Francia/Germania, 2010, 80′)

Un road-movie che intende promuovere una sessualità aperta, un documentario esplicito sulle sfrenate avventure di sette donne impegnate in un tour di performance artistiche, che viaggiano su un camper attraverso l’Europa durante l’estate del 2009, ospiti dei palcosecnici di nightclubs e teatri a Parigi, Berlino, Stoccolma, ecc. Le ragazze sono militanti, artiste, scrittrici, musiciste, sex-workers e pornostar. Provengono dall’America e dall’Europa. Hanno vari dis-orientamenti sessuali e tendenze di genere.


————————————————————————

SECONDO GIORNO —> previsti due lungometraggi: un documentario e un film narrativo.
Due linguaggi e due chiavi di lettura per narrare l’identità di genere e i percorsi esistenziali di persone che soffrono la stigmatizzazione di una società sempre più conformista e chiusa

PROGRAMMA:

h 20:00
▶ “Regretters” di Marcus Lindeen (Svezia, 2011, 60′)

Orlando è stato uno dei primi casi di riassegnazione dell’identità di genere in Svezia. Mikael invece si è sottoposto all’operazione quando aveva già 50 anni. Orlando è oggi a suo agio in una condizione intermedia, Mikael vorrebbe disperatamente tornare indietro e annullare l’operazione chirurgica che l’aveva reso donna. Seduti l’uno di fronte all’altro, si raccontano le proprie vite, fatte di crisi, scelte, difficoltà e soprattutto errori.

 

Marcus Lindeen riesce a trattare un tema esplosivo con un rispetto e una partecipazione emotiva ammirevoli. Lasciando che Orlando e Mikael si confessino sogni, amori traditi, speranze e disillusioni, Regretters ci mostra quanto anche la ricerca di se stessi possa essere un processo che passa attraverso prove ed errori. Questa incredibile storia rivela alla fine il suo elemento più stupefacente: la sua rilevanza per ogni essere umano.

h 21:00
▶ “Laurence Anyways” di Xavier Dolan (Canada/Francia, 2012.

Negli anni novanta Laurence rivela nel giorno del suo trentesimo compleanno il suo desiderio di diventare una donna. La sua ragazza accetta di rimanere al suo fianco e l’anno successivo Laurence torna a lavorare come professore di letteratura, ma questa volta veste i panni di una donna. Inizia così una nuova vita, ma il peso dello stigma sociale, il rifiuto della famiglia e l’incompatibilità della coppia comincia a diventare un problema insormontabile. Xavier Dolan, definito dalla rivista “Variety”: “Enfant prodige canadese”, “cineasta che da anni colpisce e infiamma critica e pubblico”, a soli 24 anni con il suo quarto lavoro: “Tom à la ferme”,è il più giovane regista che abbia presentato un film alla Mostra del Cinema di Venezia vincendo il premio FIPRESCI. “Laurence Anyways” è stato presentato nella sezione “Un Certain Regard” del Festival di Cannes 2012, dove vince la Queer Palm.

————————————————————————

Sottoscrizione libera – Dalle 19 apericena
Per informazioni:
maladistribution@autoproduzioni.net
EVENTO FB
https://www.facebook.com/pages/Volturno-Occupato

CINE TEATRO VOLTURNO OCCUPATO
via volturno 37 [300m. Termini, metro A/B notturni]

SAB17MAG – “Volturneè” Rassegna di Teatro Indipendente – RESTIAMO UMANI di Ultimo Teatro

  • 15 Maggio, 2014 00:19

restiamo umani

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Volturnèe – Rassegna di Teatro Indipendente

presenta:

RESTIAMO UMANI di “Ultimo Teatro” – ore 21 – CINE TEATRO VOLTURNO OCCUPATO

▶ RESTIAMO UMANI – Urla e lacerazioni dal Vittorio Arrigoni e dal Popolo Palestinese ◀

UltimoTeatro Produzioni Incivili (2010)

Con il sostegno di Spazio Liberato Ex Breda Est, Coordinamento Pistoiese per la  Palestina, Coordinamento PugliaPalestina.

Testi di Vittorio Arrigoni, Mhamoud Darwish, Elena Ferretti, Luca Privitera Diretto.

Interpretato e Musicato da Luca Privitera ed Elena Ferretti
Le parole di Restiamo Umani sono imbrattate di sangue, di fosforo bianco, di schegge esplosive, di
barriere, di volti segnati dalla sofferenza, di mani distrutte dall’odio. E’ una visione a frammenti che si articola come un “canto a due voci”, attraverso immagini, parole,
suoni e sensazioni apparentemente lontane ma legate tra loro da tutti quei messaggi che attraversano nella sua interezza, la vita e la morte.

Restiamo Umani è uno spettacolo “senza filtri”, “senza censure” o “parole di convenzione”!

Restiamo Umani è uno spettacolo più che corretto che chiarisce le idee pure a chi sa le cose o crede di saperle!

Restiamo Umani per continuare a parlare ancora di Palestina e del problema Israeliano-Sionista.

Restiamo Umani perché anche se i primi sono entrati a far parte dell’Onu come stato osservatore, per noi non è una soluzione, ma un modo come un’altro per dimenticare, non prendere decisioni, non prendere i dovuti provvedimenti!

Restiamo Umani perché nonostante le denunce di molti islamici, di molti ebrei e di molti cristiani, la seconda super potenza mondiale continua a sterminare uno dei popoli più stanchi, poveri e distrutti della terra!

Restiamo Umani perché non è una questione religiosa, ma di umanità, di coraggio, di etica, di vera democrazia!

Restiamo Umani per dire le cose come stanno.

Restiamo Umani è uno spettacolo che non rappresenta il punto di vista di giornalisti o artisti, ma di vere e proprie vittime del conflitto.

—————————————————————————————————————–

DURANTE LA SERATA:
– CENA PALESTINESE
– Approfondimento su:

“Stato della campagna BDS (boicottaggio, disinvestimento, sanzioni)” e “campagna NO ACEA NO MEKOROT” …. a cura di Stephanie Westbrook …

—————————————————————————————————————–

EVENTO FACEBOOK

SOTTOSCRIZIONE 3 EURO

CINE TEATRO VOLTURNO OCCUPATO

via volturno 37 [Termini metro A/B, tanti notturni]

VEN16MAG – MAGNO, BEVO E LOTTO CONTRO STO’ TRENO…e poi teatro

  • 13 Maggio, 2014 01:41

magno16

Venerdi 16 Maggio

CINE TEATRO VOLTURNO OCCUPATO
★—————————————————–★
cena a sostegno delle spese legali per i processi notav dei\delle compagn@ di roma…

durante la serata :

CANCRENA – autoproduzione  di Teatro delle Viti

CANCRENA è un esperimento di site specific theatre.
Abita i luoghi in cui si verifica facendosi influenzare e contaminare da essi.
I racconti, a contenuto civile, nascono come muffe da una cornice di morte e di decomposizione.
Il pubblico è condotto in questo viaggio da un essere senza volto e da una drammaturgia visuale e sonora, una tessitura di suoni e brandelli di discorsi senza tempo e luogo.
Nel viaggio si fanno incontri, si ascoltano storie. C’è solo un’offerta di suggestioni.
Al pubblico il compito di interrogarle e di interpretarle.

CANCRENA
Produzione Teatro delle Viti

di e con
Antonio Careddu
Eugenio Coppola
Francesco Mastroianni
Chiara Poletti

Visual
Ambra Nobile

Drammaturgia sonora
Axismundi + Ron Grieco

Costumi
Viola Sartoretto

Con Simone Bobini

CANCRENA_LOCANDINA_02

★—————————————————–★

Dopo più di 20 anni di resistenza popolare,
la lotta NO TAV è diventata la lotta di tutti e tutte
coloro che si battono contro la follia devastatrice
di questo sistema basato sui profitti. Ma una lotta forte non può
che dare fastidio a quelle istituzioni la cui unica funzione è
proprio proteggere quei profitti. Perciò in questi anni in tutta
Italia e non solo, centinaia di persone stanno facendo i conti
in vari modi con la repressione…e con le relative spese legali!
Da ora in avanti gli inquisiti NO TAV romani si mettono ai
fornelli, assieme a tanti e tante solidali per dare vita
nella città di roma ad una cassa comune a sostegno delle spese
legate ai vari processi notav; ma soprattutto nel farlo
vogliamo ritrovare ogni settimana quello spirito che
è la forza del movimento NO TAV, la condivisione dal basso,
la socialità libera e sincera di chi vuole un mondo completamente
diverso da questo e si impegna ogni giorno per costruirlo.
Le esperienze di ogni giorno ci insegnano che non c’è lotta senza
allegria, e allora anche di fronte ai guai teniamo alto il morale,
continuiamo a cospirare per lottare contro il TAV,
affondiamo la forchetta nel piatto e alziamo il bicchiere per
brindare alla libertà di tutti e tutte!

…stay tuned, stay NO TAV!

NO TAV LIBERI TUTTE

EVENTO FACEBOOK

CINE TEATRO VOLTURNO OCCUPATO

via volturno 37 [metro A/B | tanti notturni ]

 

sab10mag – MELT BANANA + MOMBU + PLAKKAGGIO + NO PROVE [benefit live]

  • 6 Maggio, 2014 16:30

melt

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

★ dal SOL LEVANTE con Ardore | da ROMA e PROVINCIA con furore ★

Concerto a sostegno del Volturno Occupato e del Comitato Lotta per la Casa MAGLIANA

con:

 

▶ MELT BANANA https://www.facebook.com/pages/Melt-Banana/192954987398661?fref=ts

▶ MOMBU
http://www.mombu.bandcamp.com/

▶ PLAKKAGGIO https://www.facebook.com/profile.php?id=112481015380&ref=ts&fref=ts

▶ NOPROVE
https://www.facebook.com/noprovehc?fref=ts

 

Durante la serata sarà presente la Birra Artigianale VALBARDATA, birra NOTAV. Col cuore alla manifestazione del 10 Maggio a Torino.

Birra della campagna “Magno, Bevo e Lotto contro stò Treno”, solidale con il movimento NOTAV e i cui ricavati vanno a sostegno delle spese legali delle imputate e degli imputati romani

Birra Saison, prodotta con farro monococco proveniente dalle terre in lotta del Terzo Valico.

CHIARA, CLAUDIO, MATTIA, NICCOLO’ – LIBER@ SUBITO!!!

 

EVENTO FB

Sottoscrizione :
5 euro
– La cucina e il bar funzioneranno a pieno regime –