Archives for gennaio, 2012

VEN17FEB – MILES GLORIOSUS+DRUNA SpaceMusicTrio+DjSet

  • gennaio 31, 2012 19:11

VENERDI 17 FEBBRAIO

CineTeatroVolturnOccupatO

MILES GLORIOSUS(teatro)+DRUNA SpaceMusicTrio(musica)+DjSet

 

ore 19.00 Apertura/Aperitivo

0re 20.00 TrattoRiciclo

0re 21.00 Antonello Taurino in “Miles Gloriosus”

ore 22.30 Druna SpaceMusicTrio in CONCERTO

ore 00.00 DjSet

 

Antonello Taurino – Miles Gloriosus PROMO

Testo e Regia Antonello Taurino

con Antonello Taurino e Orazio Attanasio

musiche di scena Orazio Attanasio

costumi Michela Battista

La “Ustica degli anni 2000”, le storie dei soldati mandati a morire senza protezioni, delle alte sfere dell’Esercito che per imperizia, pur sapendo, non hanno fatto niente per proteggerli. La tipica storia italiana, una storia di indifferenza, superficialità, colpe, e morte.

E poi la storia di due teatranti un po’ malmessi alle prese con le loro vicissitudini: questa cornice ha man mano acquisito esistenza autonoma, benché all’inizio impostata solo per raccontare quasi con ironia lo sconcertante dramma dei soldati italiani nel momento stesso in cui essi provano, si documentano, apprendono aspetti inspiegabili della vicenda, litigano su qual scena provare. I due (attore drammaturgo il primo, musicista il secondo) vanno avanti, preferendo questo progetto ai richiami di altre sirene: una ben pagata produzione per uno, tanta redditizia musica da matrimoni per l’altro. E nonostante una serie di minacce – vere – subite da chi, della faccenda, ha provato a interessarsi. Anche perché su questo tema “nessuno ci ha mai fatto uno spettacolo”, e visto che “le tragedie italiane se l’è già fregate tutte Marco Paolini, se ce n’è una libera, bisogna approfittarne..”

Anche a me, autore/attore, del resto, la delicatezza della vicenda, lunga vent’anni, ha imposto una ricerca estesa e dettagliata su libri, sentenze, interviste a soldati e parenti di vittime, documenti ufficiali di Commissioni Parlamentari e del Ministero della Difesa, e che continuerà, visto il lavoro di una Commissione tutt’ora al lavoro. Si tratta di “caduti di serie B”, rispetto ad altre vittime più celebrate della nostra storia recente, vedi Nassiriya (ai cui parenti è stato celermente riconosciuto l’indennizzo), e l’aumento costante del numero di morti stride con il mancato accertamento pieno, a tutt’oggi, delle responsabilità. Recente inoltre un decreto legge che conferirebbe impunità penale alle alte sfere dell’Esercito coinvolte nella vicenda.

L’Osservatorio Militare e il sito “Vittime Uranio” parlano di 190 morti e 2578 malati.

Per il Ministero della Difesa queste cifre sono da ridursi a un terzo.

 

DRUNA SpaceMusicTrio – VIDEO

Mauro Tiberi: voce e basso elettrico
Bruno Rapisarda: chitarra elettrica
Ivan Macera: batteria.

Druna è un viaggio nello spazio immaginario evocato dal suono…
Con il suono è possibile fare viaggi intergalattici rimanendo fisicamente lì nello stesso posto, ma la mente viaggia in spazi sconfinati.
Druna trio è post Rock, post Funk, ma totalmente Psichedelico e coinvolgente fino alla danza.
Druna è per la fantasia, un esperienza musicale, sensuale e fantascientifica: come il personaggio femminile del fumetto di Serpieri da cui il nome del trio è una derivazione…

 

cineteatro volturno occupato – via volturno, 37 – www.volturnoccupato.org – sottoscrizione3euro

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

DOM12FEB – DOPPIO SCHERMO/VISIONI TRASVERSALI

  • gennaio 31, 2012 18:19

DOMENICA 12 FEBBRAIO

CineTeatroVolturnOccupatO

Doppio Schermo/Visioni trasversali

“Tra Cristo e Lars Von Trier”

Doppioschermo / Visioni Trasversali è un progetto che nasce all’interno del cine-teatro Volturno Occupato, ha come ogetto di studio il cinema e come modalità d’indagine il montaggio video e la performance teatrale. Questa è la prima puntata.

PROGRAMMA DELLA SERATA:

ORE 20.00 – TrattoRiciclo

ORE 21:00 – Tra Cristo e Lars Von Trier

da un’idea di di F. Blasi, P. Lipartiti e P. Pettinato
montaggio video, elaborazione testi di Paolo Lipartiti
voci: F. Blasi, P. Lipartiti

Frammenti tratti dai film del regista danese di Dogma 95, si intersecano a immagini e voci del profeta Gesù Cristo. Un filo sottile ed elastico unisce la figura del Regista, le sue creature cinematografiche e tutte le sue fobie, all’eredità possente che ha lasciato colui che si ergeva nella sua doppia natura umana e di figlio di Dio. Un’inquietante discesa nella complessità della psiche umana, nei suoi più profondi e bui meccanismi di difesa e di attacco attraverso la doppia visione cinematografica e teatrale, dove creature nascoste dell’inconscio, dalla personalità inquieta ed estrema, prendono vita nel qui ed ora del presente scenico…

Sottoscrizione libera

Volturno Occupato
Via Volturno 37, Roma
http://volturno.noblogs.org/
www.volturnoccupato.org

 





VEN10FEB – CLAUDIO BELLOTTI JAZZ QUINTET+[ANNULLATA E RIMANDATA]DjSet

  • gennaio 28, 2012 15:45

 

 

 

 

VENERDI 10 FEBBRAIO

CineTeatroVolturnOccupatO

CLAUDIO BELLOTTI JAZZ QUINTET+DjSet

 

ore 19.00 Apertura/Aperitivo

ore 20.30 TrattoRiciclo

ore 22.00 Claudio Bellotti jazz Quintet

ore 00.00 DjSet

 

CLAUDIO BELLOTTI JAZZ QUINTET –

Francesco Lento, tromba
Roberto Bottalico, sax tenore
Leonardo Borghi, piano
Giuseppe talone, contrabbasso
Claudio Bellotti, batteria

Il gruppo nasce con l’ idea di confrontarsi con il repertorio dei grandi musicisti jazz, tra i quali Cannonball Adderley, Horace Silver e Lee Morgan, che negli anni ’60 hanno sviluppato quel tipico sound etichettato poi come “Soul Jazz”.
Ispirandosi a questi grandi artisti, il quintetto si propone di ricreare quell’ approccio, quel ritmo solido e incalzante, mescolandolo con le diverse personalità dei suoi componenti.

 

Cineteatro Volturno Occupato – via volturno, 37 – www.volturnoccupato.org – sottoscrizione 3euro


DOM5FEB – CINE DIRITTI UMANI[[ANNULLATA e RIMANDATA]

  • gennaio 28, 2012 15:24

A causa dei disagi creati dalla situazione metereologica, siamo costretti a rimandare questa serata a data da definirsi.

 

 

 

 

 

TRAILER

 

 

 

 

 

 

 

TRAILER

 

DOMENICA 5 FEBBRAIO

CineTeatroVolturnOccupatO

CINE DIRITTI UMANI

VISIONI di:

- “Illegale” Oliver Masset Depasse
- “Welcome” Philippe Lioret

presentano Martina Fortunato e Wirginia Loboda
ORE 18.00 - “Illegale” “Tania ha un figlio di 14 anni, Ivan. Tania e Ivan sono
immigrati illegali provenienti dalla Russia. Vivono in Belgio ormai da otto
anni anche se in costante stato di tensione. Tania ha il terrore di essere
fermata dalla polizia con il conseguente controllo dei documenti. Fino a quando
un giorno ciò accade. Madre e figlio vengono divisi. Tania viene portata in un
cosiddetto centro di accoglienza e fa di tutto per potersi ricongiungere ad
Ivan. Sulla sua testa pesa la minaccia di un decreto di espulsione.”

ORE 20.00 - TrattoRiciclo
ORE 21.00 - "Welcome" un film di Philippe Lioret. capace come pochi altri film di
affrontare temi di bruciante attualità, Welcome è un'emozionante storia di
amore e di amicizia che ha appassionato milioni di spettatori in tutto il
mondo. Il protagonista ( Vincent Lindon), è un istruttore di nuoto in una
piscina comunale di Calais, sulla costa nord della Francia. la sua vita cambia
quando incontra Bilal, un giovane curdo che ha attraversato l'Europa da
clandestino per raggiungere la ragazza in Inghilterra. L'unica possibilità per
bilal di realizzare il suo sogno è di attraversare la Manica a nuoto e il suo
coraggio convincerà Simon a sfidare la legge per aiutarlo. il film ha ottenuto
tra gli altri il Premio del Pubblico al Festival di Berlino e il prestigioso
Premio Lux del Parlamento Europeo come miglior film del 2009.

CineTeatroVolturnOccupatO - via volturno, 37 - www.volturnoccupato.org - sottoscrizione libera

VEN3FEB – COMPAGNIA ALEPH+CARLOFORTE COTILLON+DjSet[ANNULLATA e RIMANDATA]

  • gennaio 28, 2012 13:28

A causa dei disagi creati dalla situazione metereologica, siamo costretti a rimandare questa serata a data da definirsi.

 

 

 

 

 

 

 

 

  

  

 

 

 

 

 

 

 

 

VENERDI3FEBBRAIO

CineTeatroVolturnOccupatO

ore 19.00 Apertura/Aperitivo

ore 20.00 TrattoRiciclo

ore 21.00 Compagnia Aleph in “Incommunicado”(teatrodanza)

ore 22.00 Carloforte Cotillon in CONCERTO(fisarmonica, chitarra, cajon, rullante e voci)

ore 23.30 DjSet

 

– COMPAGNIA ALEPH – “incommunicado”

“Incommunicado”  affronta in un contesto  surrealista/onirico i drammi, le incongruenze, le incapacità  nascoste che caratterizzano uno dei mali più diffusi del nostro tempo: l’incomunicabilità .

per info maggiori – www.lapiroettaaleph.it

– CARLOFORTE COTILLON –

Una piccola e stravagante formazione di 4 suonatori impenitenti, imprevedibili e impertinenti.

Per vedere un video: http://www.youtube.com/watch?v=enCVICL2j-A&feature=related
Per ascoltare brani: www.myspace.com/carlofortecotillon

 

Cineteatro Volturno Occupato – via volturno,37 – www.volturnoccupato.org – sottoscrizione 3euro

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SAB28GEN – RIGENERA+L’ORA DEL CAFFE’

  • gennaio 12, 2012 12:44


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SABATO28GENNAIO

CineTeatroVolturnOccupato

RIGENERA+L’ORA DEL CAFFE’+LeonardoGentileDjSet

PROGRAMMA:

ore 19.oo Apertura/Aperitivo

ore 20.00 Trattoria Arteatrovolturno

ore 21.00 “L’ora del caffè” di e con Daria Mariotti e Linda Sessa

ore 22.30 Rigenera in CONCERTO

ore 00.00 LeonardoGentileDjSet

 

“L’ora del caffè”

liberamente tratto da “Otello” di William Shakespeare

 

 

di e con Daria Mariotti e Linda Sessa

musiche originali e luci a cura di Giovanni De Giorgi

grazie ad Antonio Liburdi per la collaborazione alle scenografie

 

 

Due donne….

Un incontro….

Un furto innocente…

Una richiesta d’aiuto…

Un confronto.

 

Attraverso Emilia e Desdemona, personaggi femminili di “Otello” di Shakespeare,

racconteremo al pubblico solo quello che le due protagoniste sanno delle vicende di questa tragedia.
Donne all’oscuro di quanto avviene “fuori“ dalla loro casa,
all’oscuro degli intrighi organizzati dai propri mariti,
donne trascurate, maltrattate e che hanno paura.
Abbiamo quindi individuato un rito, un’usanza soprattutto femminile:
incontrarsi per un caffè, un rito che riporta all’abitudine, alla consuetudine.
L’Ora del caffè è il rito quotidiano durante il quale due donne cercano di capire cosa è normale accettare in un rapporto di coppia.

 

RIGENERA IN CONCERTO:

I Rigenera nascono a Roma nel Settembre del 2006 dal desiderio di 4 musicisti di suonare insieme per produrre musica originale attraverso la quale esprimere la propria visione del mondo che li circonda. La formazione inizialmente è a 4: Lorenzo, il cantante e chitarrista del gruppo è il principale autore delle canzoni, sia per i testi che per le musiche. Tuttavia il lavoro di arrangiamento del gruppo è sempre libero per ogni elemento. Da questa alchimia nasce la musica che tanto caratterizza questo gruppo. Lorenzo Fraioli, cantante e chitarrista Rossano Borraccini, chitarrista Emiliano Turoldo, batterista Davide Zaottini: Basso + Giuseppe Russo: Tasiere Il progetto ha lo scopo di dipingere con musica e parole le dinamiche della società contemporanea, evidenziandone gli aspetti più cinici e crudeli, ma anche quelli più sarcastici e irriverenti. I gruppi a cui maggiormente si ispirano i Rigenera sono i “Kings of Leon”, “Nirvana” e “Libertines” per le sonorità più anglosassoni, ma a “Il Teatro degli Orrori” e a “The Zen Circus” per l’attitudine alla comunicazione nei testi.

 

VOLTURNO OCCUPATO – via volturno, 37 * www.volturnoccupato.org * sottoscrizione 3 euro

VEN20GEN – FABIO CASENTINI GROOVE CONNECTION+CGS TEATROMUSICA+DIDACUS DJSET

  • gennaio 11, 2012 17:10

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

VENERDI 20 GENNAIO

CineTeatroVolturnOccupato

CGS teatromusica + Fabio Casentini Groove Connection

 

ore 19.00 – Apertura/Aperitivo

ore 20.00 – Trattoria Arteatrovolturno

ore 21.00 – CGS in “Natale di Seconda Mano – Terra Ferma, Terra Chiusa

ore 22.30 – Fabio Casentini Groove Connection in CONCERTO

ore 00.00 – DiDaCus DjSet (bass music)

 

– “Natale di Seconda Mano – Terra Ferma, Terra Chiusa” è basato sulla “Strage di Natale”: il naufragio di una nave di migranti avvenuto al largo della costa siciliana di Portopalo di Capopassero la notte tra il 25 e il 26 dicembre 1996. Con le sue 283 vittime, rappresenta la più grande strage navale dal secondo dopoguerra.

E’ la storia della “Yohann”, vecchia nave greca partita dal Peloponneso in direzione di Cipro con a bordo circa trecento clandestini di origine pakistana, indiana e tamil. Qui resta attraccata per due settimane, in attesa della piccola lancia che avrebbe traghettato i migranti fino a Lampedusa. In realtà il primo trasbordo è fatale: le due imbarcazioni si toccano e la lancia “f-174” cola a picco. La vicenda esce allo scoperto solo anni dopo, quando un marinaio, Salvatore Lupo, denuncia il ritrovamento, tra le reti da pesca, di quei cadaveri che fino ad allora erano stati regolarmente rigettati in mare, per evitare il sequestro delle imbarcazioni per indagini.

Il processo, iniziato nel 2001, trova numerosi intoppi, non ultimo il fatto che l’incidente sia avvenuto in acque internazionali, ossia fuori dalla giurisdizione italiana. La sentenza è datata 2008, e punisce due colpevoli per tutti: Youssef, capitano della “Yohann”, e Tourab, l’armatore pakistano che organizzava questi viaggi. 30 anni di carcere per entrambi. La fitta rete di accordi politici che hanno permesso un viaggio del genere viene del tutto ignorata.

Il lavoro che la Comunità Giovanile di Subiaco ha realizzato intorno a questa vicenda è del tutto autoprodotto: i monologhi, le musiche, i testi delle canzoni sono stati autonomamente composti, rivisti e assemblati. Il racconto passa attraverso le testimonianze dei diversi migranti, che portano con sé e svelano ai presenti le loro storie, le loro speranze e le loro paure, nonché attraverso il racconto dello stesso Youssef; la narrazione della vicenda storica è affidata alle parole di Salvatore Lupo, che in apertura racconta quanto è stato inizialmente taciuto, e non manca neanche il punto di vista degli abitanti di Portopalo, affidato al dialetto siciliano della moglie di un pescatore, né quello del mare, che prende sembianze umane e accompagna, descrive e consola il “viaggio” dei migranti.

Per l’ultimazione e la messa in scena, fondamentale sono stati l’aiuto e i consigli del regista teatrale Anacleto Lauri, che ha impreziosito e affinato il lavoro dei partecipanti al progetto.

 

– Fabio Casentini Groove Connection è una band che suona un genere Etno funk con influenze varie da herbie hancock ai ritmi africani al reagge al second line di new orleans. Una musica basata fondamentalmente sulla tensione del groove…

FABIO CASENTINI – BATTERIA, BAND LEADER
ANGELO OLIVIERI – TROMBE ED ELETTRONICA
GIACOMO ACILLOTTO – CHITARRA ELETTRICA
RICCARDO GOLA BASSO – ELETTRICO E CONTRABBASSO

http://www.myspace.com/fabiocasentini

DOM15GEN – VOLTURNO QUEER VISION

  • gennaio 11, 2012 16:14

VOLTURNO QUEER VISION:MARATONA DI FILM INEDITI A TEMATICA GAY-LESBICA DAL MONDO SOTTOTITOLATI IN ITALIANODomenica 15 gennaio 2012 dalle 18.00 alle 24.00 al VOLTURNO OCCUPATO, Via Volturno 37 – ROMA (metro Termini) [MAPPA]. (Cena sociale alle 20.30) INGRESSO A OFFERTA LIBERA

Anteprime e trailers: www.cinegay.it

PROGRAMMA: Dalle ore 18,00: Proiezione di spot e cortometraggi:

– Spot Tv: “Publicidad del Cinzano Fernet” (Argentina 2004, 4 min.): Divertente pubblicità argentina (impensabile in Italia) della Cinzano che tocca il tema omosessualità.

– Cortometraggio: “Dragzilla” (USA, 2003, 17 min.):Una gigantesca drag queen terrorizza New York… Premio miglior film al “Arlene Grocery Film fest 2003.

– Cartone animato: “Andalus y la familia” (Spagna 2009, 2 min.): Cartone animato che ha come fine l’educazione alla tolleranza e contro l’omofobia che va in onda nei programmi per bambini e viene proiettato nelle scuole

– Cortometraggio: “Vestido nuevo” (Spagna 2007, 14 min): Un bambino della scuola elementare sceglie di vestirsi in modo diverso. Patrocinato dal Ministero della Cultura spagnolo.

– Cortometraggio: Le cattive compagnie [En malas compañias] (Spagna 2000, 17 min.):Vincitore di 24 premi in Spagna e all’estero: Guillermo é un adolescente ed a questa etá, nella quale appaiono i primi desideri sessuali, ha scoperto un modo di saziare i suoi ormoni: rimorchiare in un centro commerciale…

Ore 19,00: Film: “Prayer for Bobby”  GENERE: DrammaticoANNO: 2009 – NAZIONE: USA – DURATA (min.): 90 – LINGUA ORIGINALE: Inglese – SOTTOTITOLI: ITALIANO (a cura di Buzz Intercultura

Tratto da una storia vera. Mary (Sigourney Weaver) è una devota cristiana che alleva i figli secondo gli insegnamenti della Chiesa Presbiterana. Quando il figlio Bobby (Ryan Kelley) confida al fratello maggiore di essere gay, e il segreto arriva alle orecchie della madre, l’intera famiglia entra in subbuglio. Mentre i fratelli e il padre di Bobby in breve tempo si adattano alla cosa, Mary crede invece che dio possa guarirlo da quello che lei considera un grave peccato, e convince Bobby a pregare con insistenza e a cercare conforto nelle attività della chiesa, sicura che potranno cambiarlo. Bobby, disperato per la mancata approvazione materna, fa tutto quello che la madre gli chiede, ma l’aperta condanna dell’omosessualità da parte della chiesa e dei fedeli fanno crescere in lui una profonda depressione e un senso di isolamento ai quali si aggiunge un senso di colpa per il dolore che arreca alla madre. La sua angoscia, in piena depressione, lo porta al punto da avere ribrezzo di se stesso, dandosi tutta la colpa per non essere il figlio “perfetto”, e conducendolo al suicidio. Davanti a questa tragedia Mary inizia a porsi domande sulla fede, interrogando il pastore sul perché di questa tremenda perdita, senza ricevere risposte convincenti. Inizia così un lungo percorso che la porterà fin dentro la comunità gay, dove troverà un inaspettato aiuto. (cinemagay.it)

Ore 20,30: Trattoria “Ar Volturno” dove potremo gustare le delizie della casa, tra cui le mitiche impanate!

Dalle ore 21,30: Proiezione di spot e cortometraggi:

– Cortometraggio: “The ten rules” (USA 2002, 28’18”): Un semi-documentario scritto e prodotto dalla protagonista principale Michelle Paradise. A una festa lesbica, Jen che è single da poco, ha delle fantasie su Heather mentre ci presenta le “10 regole per essere una perfetta lesbica”.

– Spot TV: “Somos diversos” (Perú 2008, 4 min.): Pubblicità andata in onda a tappeto sulle televisioni pubbliche peruviane contro la discriminazione di lesbiche, trans, gay e lavoratrici del sesso.

– Spot TV: “Spot contra Homofobia Ministerio de Salud y Deportes Bolivia” (Bolivia 2008, 43 sec.): Spot contro l’omofobia, la lesbofobia e la transfobia a cura del Ministero della Sanitá boliviano.

– Cortometraggio: “I want your love” [Voglio il tuo amore] (USA 2010, 13 min.):Cosa succede quando due amici cedono ai loro desideri? “I want your love”, nuovo cortometraggio del regista indie Travis Matthews, illustra le sensazioni che si possono avere nello scopare un buon amico dopo qualche bicchiere di vino bevuto insieme. Il film è girato molto teneramente, e combina elementi narrativi con scene di sesso esplicito sfumando i confini tra un “film” e un “film porno”.

Spot TV: “A família é amor” (Portogallo 2010, 1 min.): Pubblicità dell’ILGA, associazione gay portoghese, sull’accettazione dell’omosessualità in famiglia andata in onda a tappeto su tutte le televisioni nazionali nel 2010.

Ore 22,20: Film: “All you need is love” regista: Edzard OnnekenGENERE: Commedia – ANNO: 2010 – NAZIONE: Germania – DURATA (min.): 95 – LINGUA ORIGINALE: Tedesco –  SOTTOTITOLI: Italiano (a cura di Buzz Intercultura)

Hans, studente di architettura a Berlino, convive con il suo compagno Nicky e decidono insieme che è giunto il momento di unirsi civilmente, quindi scrive una lettera alla madre, Catherina, dicendo che vuole sposarsi e che lo vuole fare nel posto in cui è nato e in cui vive la madre, un villaggio Alpino in Bavaria. Visto che Catherine non ha mai visto Nicky, ritiene che sia un nome di donna e quindi cade dalle nuvole una volta che il figlio gli presenta la vera identità del suo futuro marito… Una commedia romantica, leggera e piacevole; un esempio di come si possa parlare in modo umoristico dell’argomento omosessualità senza scadere nella presa in giro.

SAB14GEN – JAZZ NIGHT IN TUNISIA

  • gennaio 9, 2012 18:30
SAB14GENNAIO
CINE TEATRO VOLTURNO OCCUPATO
La scuola di musica Jazz “NAJMA (Fedim)” in concerto- ore 20.00 inizio serata apertura bar- ore 20.30 concerto del laboratorio “JAZZ KITCHEN” con formazione:

chitarra elettrica: Falalercezzi Giuseppe
chitarra elettrica:Tarantino Marco
batteria: Foschetti Sergio
clarinetto: Zanin Massimo
sax tenore: Steinman Massimo
contrabbasso: Fattorini Luca

-ore 22.00 concerto dei “JASMINE QUARTET” (musicisti professionisti) con formazione:

chitarra: Francesco Mazzeo
flauto traverso e fiati: Paolo Iannarella
batteria: Armando Sciommeri
contrabbasso: Luca Fattorini

Durante il concerto video proiezioni: Mask&Deneb

-Fine concerto: Dj set Electro Swing

Durante la serata Apericena con i piatti della trattoria ARteatro Volturno.

SOTTOSCRIZIONE: 3 EURO

*Volturno Occupato*via volturno, 37*www.volturnoccupato.org*