Archives for febbraio, 2012

SAB31MAR – SERATA CULTURALE BRASILIANA – GARBASAMBA+Quilombocarcarà+BRAZILIAN BEATSdjset

  • febbraio 27, 2012 18:44

SABATO31MARZO

CineTeatroVolturnoccupatO

Volturnèe – Laboratorio di Cultura Indipendente

presenta

GARBASAMBA+Quilombocarcarà+BRAZILIAN BEATSdjset

 

Programma

19.30 Apertura

20.00 TrattoRiciclo

21.00 Quilombocarcarà(CAPOEIRA)

22.00 GARBASAMBA in CONCERTO

A SEGUIRE BRAZILIAN BEATSDjSet

SABATO 31 E DOMENICA 1 LABORATORIO TEATRALE: ENERGIA E ORIXÀ

GARBASAMBA

Garbasamba è un gruppo di otto elementi i cui componenti, partendo da differenti percorsi musicali, hanno intrapreso un’esperienza comune di creativita’ e sperimentazione musicale, prendendo spunto dallo straordinario repertorio del samba di choro e della bossa nova.
Il progetto Garbasamba è nato dalla volontà di un confronto tra i nostri diversi gusti, tra i modi in cui ognuno percepisce l’energia e la bellezza della musica brasiliana, pur mantendendo le proprie radici musicali. Attraverso questo percorso stanno nascendo sonorità originali, che sfuggono ad una denominazione univoca; non possiamo definirci un gruppo che suona un genere ben definito, ma che piuttosto cerca di fondere e “giocare” con diversi stili. La nostra strumentazione è composta da due percussioni, una chitarra, un cavaquinho (chitarra brasiliana a 4 corde)due voci, trombone, flauto traverso, sax alto. Questo tipo di formazione ci permette di suonare anche in acustico, senza il bisogno di particolari amplificazioni o di grandi spazi, ma, di contro, ci obbliga a scegliere con cura gli arrangiamenti e le dinamiche dei brani che decidiamo di eseguire; è necessario che tutti gli strumenti si sostengano a vicenda e che, allo stesso tempo, non si coprano l’un l’altro. Ciò a cui aspiriamo è creare una sonorità ben strutturata, che nella sua semplicità, risulti piacevole ed orecchiabile.
La nostra collaborazione è nata dalla semplice voglia di dedicarci ad una passione comune, la musica, che consideriamo prima di tutto una terapia per il buon umore e un valido stimolo per la mente. Suonare per noi significa evadere, compiere un viaggio immaginario in posti caldi e assolati, pur restando in una stanza di un palazzo,prima della Garbatella e ora di S.Lorenzo.

per info maggiori:

http://www.facebook.com/profile.php?id=100001023003581&ref=ts

http://www.myspace.com/garbasamba

http://www.youtube.com/watch?v=5FGQXPYuB4Q

 

Sottoscrizione 3 euro

Volturno Occupato – via volturno, 37

www.volturnoccupato.org – www.volturno.noblogs.org

 

VEN30MAR – PSICOVILLE+SoundTherapyDJSET+Miko VJ SET

  • febbraio 27, 2012 18:42

VENERDI30MARZO

CineTeatroVolturnoccupatO

Volturnèe – Laboratorio di Cultura Indipendente

presenta

PSICOVILLE+SoundTherapyDJSET+MikoVJSET

 

Programma

19.30 Apertura

20.00 TrattoRiciclo

21.00 PSICOVILLE presenta “Il corpo delle donne”

A SEGUIRE SoundTherapyDJSET+MikoVJSET

 

PSICOVILLE presenta [all’interno di Volturnèe – Laboratorio di Cultura Indipendente]:

 

“IL CORPO DELLE DONNE

 

 

IL CORPO SCHIAVO E STRUMENTALIZZATO

 

Proiezione film-documentario “Il corpo delle donne” di Lorella Zanardo (durata: 25 minuti)

→ Dibattito sulla strumentalizzazione del corpo femminile da parte dei media. Narcisismo, falso sé, paura di invecchiare: come i media condizionano il processo identitario. L’inconsapevole rinuncia alla propria identità, sostituita da una sua rappresentazione grottesca, volgare e umiliante.

 

IL CORPO LIBERO E AUTENTICO

 

-Proiezione spezzoni di film e immagini di lavori di artiste che hanno riflettuto sul corpo femminile

-Da “Donne che corrono coi lupi” di C.P. Estès: Il corpo gioioso: la cane selvaggia → “La donna farfalla”.

→ Dibattito sulla forza creativa del corpo femminile. La riappropriazione dell’identità autentica attraverso la valorizzazione del corpo sentito e il rispetto dei cicli della vita. La ricostruzione del legame tra corpo e psiche.

 

Il tutto all’interno di una cornice di ritratti  della serie “Vanity fair” di Dora Ragusa.

 

 

Psicoville è un progetto partorito dalle menti di un gruppo di psicologhe, che si propone di presentare eventi quali proiezioni di film, lettura di libri, esperienze pratico-teoriche, approfondimento, sensibilizzazione e divulgazione di tematiche di interesse psicologico. Lo spazio e il tempo saranno in divenire, noi proporremo dei piccoli canovacci, idee e spunti di riflessione…magari anche qualche “nozione” di psicologia, ma il bello sarà proprio dare corpo in gruppo al dibattito, attraverso il libero fluire dei pensieri.

 

SOUNDTHERAPY, è da più di 10 anni impegnata nell’industria musicale, dove intraprende innumerevoli progetti: Etichette discografiche, Eventi e Festival, Distribuzione e Negozi di Dischi, Formazione e DJ School. Il suo nome è stato legato a progetti molto ambiziosi. Urban Pressure, Electrode festival, Elettronica Romana, Remix e Remix Me, SoFresh! Ultimamente collabora con Female cut.
La sua passione per la metropoli e le sue mille voci, alimentano un’energia inesauribile che si esprime attraverso la musica. In questi anni infatti, oltre che intraprendere progetti di alto livello nell’ambito della musica dance elettronica, Soundtherapy è soprattutto Dj. L’amore per la consolle e per i dischi, l’accompagnano in tutto questo tempo e la portano ad esibirsi un po’ ovunque a Roma, in Italia e anche in Europa.
Nasce come dj drum&bass e breakbeat negli oltre cento eventi promossi dalla sua label Urban Pressure e si esibisce accanto a nomi internazionali come Adam F, Pendulum, Andy C, Subfocus Ed Rush, Friction, Noisia e Black Sun Empire, organizzando per loro la prima data a Roma.
Gli ultimi anni sono dedicati a un grande cambiamento. Le sonorità si fanno più lente, più techno e ed electro. In un gioco di ambivalenze si alterna tra suoni più ruvidi a suoni più smooth e lineari.
Il must è sempre lo stesso, far ballare la gente e dirigere le piste verso orizzonti nuovi.
www.remixme.it

 

 

vj miko( Patchwork video crew)
Laureato in Grafica e Progettazione Multimediale presso La Sapienza di Roma – Facolta di Architettura Valle Giulia nel 2008.
Dal 2003 si interessa di intrattenimento e comunicazione attraverso la manipolazione dell’immagine dal vivo.
Dal 2004 partecipa al gruppo Patchwork.Nasce come gruppo di vj.
Dopo un po’ di gavetta fatta attraverso iniziative in collaborazione con diverse associazioni culturali e non, comincia a presentare le prime videoinstallazioni autonome, con l’uso di diversi tipi di sensori fotometrici e vere e proprie estensioni creative autocostruite applicate alla macchina.
Alcuni progetti come il “3d fetish – dispetti digitali” quindi “alla fiera” o “non sono stato io” nascono proprio dalla sperimentazione sul campo.
Rudimentali e ultratecnologici, patchwork denudano macchine, assemblano sgorbi per il sollazzo di mente e anima.
patch come toppa … toppa che unisce gli strappi, toppa che si adatta a qualunque situazione, che rende utilizabile in modi creativi strumenti altrimenti usati per scopi tutt’altro che artistici.

http://www.cirulli.eu/

 

Sottoscrizione 3 euro

Volturno Occupato – via volturno, 37

www.volturnoccupato.org – www.volturno.noblogs.org

 

SAB24MAR – TWIN PEAKS BALLROOM/VISIONI TRASVERSALI

  • febbraio 27, 2012 18:40

SABATO24MARZO

CineTeatroVolturnoccupatO

Volturnèe – Laboratorio di Cultura Indipendente

presenta

VISIONI TRASVERSALI/TWIN PEAKS BALLROOM

 

Programma

19.30 Apertura

20.00 TrattoRiciclo

21.00 Tibet

spettacolo multimediale -proiezione della terza puntata prima serie di Twin Peaks con performance teatrali

a cura di Cerchioni Jr & Sr ispirate al libro ‘Acque profonde’ di David Lynch

22.00 Charlotte & Ruicosta performing Badalamenti (concerto)

A SEGUIRE Rocka Billy & Bob Djset – Dj Arpad ( Rockabilly from Church of Fonzie)

Durante la serata inoltre: Foyer – Maratona Twin Peaks (proiezione ragionata della serie)

Sottoscrizione 3 euro

Volturno Occupato – via volturno, 37

www.volturnoccupato.org – www.volturno.noblogs.org

 

VEN23MAR – PETER WEYEL+ERRICHETTA UNDERGROUND+djset

  • febbraio 27, 2012 18:38

VENERDI23MARZO

CineTeatroVolturnoccupatO

Volturnèe – Laboratorio di Cultura Indipendente

presenta

PETER WEYEL+ERRICHETTA UNDERGROUND+djset

 

Programma

19.30 Apertura

20.00 TrattoRiciclo

21.00 Peter Weyel in “Regalare Gioia”(clown-teatro)

22.00 Errichetta Underground  in CONCERTO(balkan,klezmer,folk)

A SEGUIRE DjSet

 

“Regalare Gioia”

Regalare Gioia nasce al ventesimo giubileo di un artista di strada, che si trasferisce dalla strada al teatro. Con l’obiettivo di trascorrere nel teatro i suoi ultimi 22 anni prima della pensione, l’artista presenta domanda di sussidi statali per la cultura,  e ottiene, contro ogni aspettativa, una risposta positiva. Scioccato dai soldi inaspettati, l’artista, non più del tutto giovane, si confronta con la sfida di fronteggiare un pubblico critico teatrale. Un pezzo tragico-comico, che porta lo spettatore negli abissi del clown professionista. L’uomo del piano bar, che affronta anche i momenti più sfigati con umore indistruttibile, e il protagonista che anche nella disperazione più assoluta sa divertire il pubblico con trucchi sorprendenti, fanno di “Regalare Gioia” un evento cabarettistico unico.

PETER WEYEL

Da più di vent’anni si esibisce come artista. Nel 1990 era membro del circo belga d’Avanguardia “Amnesia”. Dal 1992 al 1997 ha fatto parte del trio comico-artistico “Fatal Banal”.  Dal 1992 al 1997 è andato in tournée con il circo teatro svizzero “Balloni”.  Dal 2000 gira con il suo spettacolo solista per i festival, soprattutto in Italia e in Germania. Nel 2010 ha realizzato, con il sussidio della regione Baden-Wurttenberg, lo spettacolo teatrale “Regalare Gioia”.

ERRICHETTA UNDERGROUND

La Band Balkan Klezmer di Roma

Errichetta Underground è una band che prendendo il repertorio tradizionale della musica Yiddish come punto di partenza, sviluppa la sua musica lungo direzioni differenti, proposte dalle altrettanto differenti esperienze dei singoli componenti. Infatti il gruppo è formato da sette giovani musicisti di differente formazione (musica classica, contemporanea, jazz, popolare) amalgamati in un ensamble colorato dal coinvolgente pigmento della “banda” e della danza capace però di sfumare su toni più cameristici, adatti a situazioni anche formali. Quindi sala, o piazza che sia, gli Errichetta Underground possono, come vogliono i migliori usi cerimoniali ebraici, suonare anche a lungo. Gli Errichetta Underground propongono un programma divertente e coinvolgente, rivisitando l’affascinante repertorio klezmer, genere musicale di tradizione ebraica divenuto ormai un classico in tutto il mondo, con la sua irresistibile miscela di stilemi dell’area balcanica, russa e polacca. Una formazione eterogenea, come già suggerito dal suo poliglotta appellativo, che mescola la storpiatura romanesca di un nome (Errichetta sta per Enrichetta) evocando al contempo il mondo Underground del repertorio klezmer. Gli Errichetta, uniti dalla gioia di suonare insieme, nascono da un’idea di un giovane musicista di origini polacche, Fausto Sierakowski, con un semplice obiettivo: divertirsi e divertire suonando…

Sottoscrizione 3 euro

Volturno Occupato – via volturno, 37

www.volturnoccupato.org – www.volturno.noblogs.org

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

DOMENICA18MAR – OMAGGIO A MICHEAL POWELL

  • febbraio 27, 2012 18:29

DOMENICA18MARZO

CineTeatroVolturnoccupatO

Volturnèe – Laboratorio di Cultura Indipendente

presenta

OMAGGIO A MICHEAL POWELL

Programma

18.00 Proiezione del film “Scarpette rosse”

19.30 Apertura

20.00 TrattoRiciclo

21.00 Proiezione del fil “Scala al Paradiso”

 

Considerato, insieme ad Alfred Hitchcock, uno dei maggiori esponenti del cinema britannico, Powell esordì nel 1931 come regista di film commerciali a basso costo

SCARPETTE ROSSE(1948)TRAMA – TRAILER

Sottoposta a una ferrea disciplina da Lermontov (A. Walbrook), direttore di una celebre compagnia di balletto classico, Vicky Page (M. Shearer) arriva a un successo trionfale con il balletto Scarpette rosse, ispirato alla favola di Hans Christian Andersen. Dilaniata tra l’amore per la danza (e la dedizione a Lermontov) e l’amore ricambiato per il compositore Julian Craster (M. Goring), sceglie il secondo. Inutilmente. Ormai identificata con il personaggio, danzerà sino alla morte. E il più grande successo della coppia Powell-Pressburger anche se forse non la loro opera maggiore. Considerato il miglior ballet film della storia del cinema, ma anche la più esemplare espressione del melodramma cinematografico, è diventato un vero cult movie, amato da spettatori e spettatrici commossi di mezzo mondo, ma anche da celebri registi (Martin Scorsese, Francis Ford Coppola, Brian De Palma) e raffinati cinéphiles. “Ammantandolo con i colori smaglianti del melodramma, [Powell-Pressburger] fanno digerire al pubblico un assunto incredibile: il fatto che l’arte sia qualcosa per cui si può morire” (Emanuela Martini). E nello stesso tempo romantico ed espressionista, una fantasticheria e un incubo, un dramma psicologico e una favola, un’anomala miscela di narrativa popolare, cattivo gusto, abuso di stereotipi e sperimentazione visiva, ribaltamento delle convenzioni, vertiginosa reinvenzione della realtà. Fotografia di Jack Cardiff. Ebbe 2 premi Oscar: musica di Brian Easdale, scene di Hein Heckroth.

SCALA AL PARADISO(1946)TRAMA – TRAILER

Un pilota inglese Peter, eroe nella seconda guerra mondiale, durante una missione sulla Manica rimane colpito dalla caccia avversaria e il suo aereo prende fuoco, tenta di lanciarsi con il paracadute, ma questo nei primi tentativi non si apre, il pilota nella caduta pensa di essere prossimo alla fine, ma il paracadute si apre poco prima di precipitare drammaticamente a terra.

Rimasto ferito, a terra Peter si reca al centro radio a cui aveva comunicato il suo incidente e li conosce una radiotelegrafista americana con cui aveva dialogato prima di abbandonare l’aereo in fiamme.

Tra i due nasce subito l’amore, all’inizio piuttosto travagliato, per le precarie condizioni mentali di Peter, ancora traumatizzato dallo scontro aereo, che lo portano a vedere in alcuni incubi e inspiegabili apparizioni, uno strano personaggio sembra inviato dall’aldilà per portarlo via con se, dal momento che lui sarebbe in realtà già morto nell’incidente aereo.

In altri momenti gli incubi di Peter lo fanno arrivare in strani luoghi, forse il Paradiso, pieno di moltitudini di persone americane e inglesi, che si metteranno a discutere della sua vita e del suo caso di uomo morto.

In un ospedale Peter viene sottoposto ad un difficile intervento chirurgico, dopo il quale uscirà dai suoi incubi e tornerà risanato alla donna amata.

Sottoscrizione Libera

Volturno Occupato – via volturno, 37

www.volturnoccupato.org – www.volturno.noblogs.org

 

 

VEN16MAR – SERATA di AUTOFINANZIAMENTO

  • febbraio 27, 2012 18:28

VENERDI16MARZO

CineTeatroVolturnoccupatO

Serata di autofinanziamento per le spese legali dei processi relativi ai compagni/e della scuola 8 marzo

con:

APERITIVO VEGAN

DjSet punk/rock/new wave/60 a cura di:

take it easy(ROR)

unit

lord baio

paul doe

VOLTURNO OCCUPATO, via volturno,37

www.volturno.noblogs.org – www.volturnoccupato.org

 

 

 

DOM11MAR – FESTA ETIOPE

  • febbraio 27, 2012 18:16

DOMENICA11MARZO

CineTeatroVolturnoccupatO

Volturnèe – Laboratorio di Cultura Indipendente

presenta

FESTA ETIOPE

dalle ore 12:00 alle 13.30 pranzo domenicale con specialità etiopi
dalle 13.3014.30 dibattito sulla situazione culturale, politica e sociale dell’Etiopia
dalle 14.3016.00 teatro tradizionale etiope
dalle 16.0019.00 musica tradizionale etiopica con DJ

 

Gastronomia, musica, teatro e danza dall’Etiopia con un approfondimento delle gravissime condizioni politiche in cui si trova il paese, afflitto da una dittatura orribile.

per info maggiori: http://www.ethsat.com/2012/03/02/esat-fundraising-event-in-esat-romeitaly-march-112012/

Sottoscrizione Libera

Volturno Occupato – via volturno, 37

www.volturnoccupato.org – www.volturno.noblogs.org

 

SAB10MAR – BIG UKULELE NIGHT *BUN* con ADRIANO BONO

  • febbraio 27, 2012 17:39

SABATO10MARZO

CineTeatroVolturnoccupatO

Volturnèe – Laboratorio di Cultura Indipendente

presenta

BIG UKULELE NIGHT *BUN* con ADRIANO BONO

 

Il raduno della Setta Ukuleliana Romana, aperta a tutti gli adepti e a chiunque voglia ricevere il battesimo Ukuleliano,

per scoprire così le gioie eterne promesse dal Grande Uku a chi non commetta atti impuri con la chitarra.

Programma del raduno ukulelistico più folle in circolazione:

h18.00: apertura porte sacre del Volturno

h18.30: Ukulele Symposium + aperitivo –>>

ukulelisti di qualsiasi livello si incontrano per scambiarsi perle di sapienza ukulelistica, trucchi del mestiere, giri di accordi,

inediti approcci allo strumento e quant’altro. Un’occasione per imparare qualcosa di nuovo sullo strumento a 4 corde più piccolo del pianeta.

Il Symposium sarà moderato da: Eddie Vedder.

h20.00: Rassegna sul palco di Ukulelisti allo sbaraglio –>>

palco aperto per chiunque voglia condividere e mostrare i propri progressi con lo strumento.

Normalmente questo è il momento clou della serata, e se ne vedono di tutti i colori 🙂

h 20.30: Rassegna di veterani dell’ukulelesimo Romano, tra i quali spiccano:

Max Forestieri
http://www.facebook.com/profile.php?id=1602081044
Illustre chitarrista, specializzato in Dobro, ukulelista raffinato votato al blues.

Simone Lavacca
http://www.facebook.com/simone.lavacca
Istrionico quasi Fisico (e guai a dargli del quasi Ingegnere!) originario di Canosa Di Puglia, specializzato in canzone d’autore,

dotato di una irresistibile e sofisticato senso del comico, alle soglie del cabaret.

Pasta e Patate (to be confirmed!)
http://www.youtube.com/watch?v=ABHh9vFZjYg
Fenomenale duo, prestatoci dalla setta Veganiano. Le loro canzoni originali non sfigurerebbero in un album di, di….non saprei,

ma di un qualche artista toprankin’ inglese, fate voi 🙂

Minimo Sindacale
Da Poggio Mirteto con furore, in missione speciale per conto del Carnevalone Liberato.
http://www.facebook.com/photo.php?v=10150626962194787

La band di Bretella

h21.00: Dimostrazione di danza Hula a cura del Gail Roberts & Hula Sisters,

gruppo di danza tradizionale Hawaiana, con base al Sanlò di San Lorenzo (iscrizioni sempre aperte!):

http://www.facebook.com/postadigaia

h22.00: Adriano Bono & La Minima Orchestra –>>

il Gran Sacerdote dell’ukulelesimo, a suon di calypso, reggae, ska e cha cha cha,

con l’aiuto della sua orchestrina (rigorosamente ukucentrica!),

lancerà un incantesimo sciamanico sulla sala che manderà in trance tutto il pubblico

e farà ballare anche i più riluttanti partecipanti al raduno:

http://www.myspace.com/laminimaorchestra

Durante tutta la serata, inoltre:

– Proiezione di video ukulelistici da tutto il mondo (delle vere chicche!)
– Bar e ristorante (vegetariano/vegano) a prezzi popolari
– Battesimi ukuleliani (si consiglia la prenotazione!)
– Ghirlande di fiori freschi (ma solo dopo l’esibizione di Gail!)
– Quant’altro (questo da solo vale il costo dell’ingresso!)

social network think green e carpooling con iniziativa specifica della serie: oggi il viaggio car pooling …e vai!! ha come destinazione: Big Ukulele Night @ Volturno, Roma.

http://thinkgreenfactory.it/

Sottoscrizione 3 euro

Volturno Occupato – via volturno, 37

www.volturnoccupato.org – www.volturno.noblogs.org

 

SAB3MAR – COMPAGNIA ALEPH+SIMONE SACCUCCI+djset

  • febbraio 27, 2012 16:54

 

VENERDI3MARZO

CineTeatroVolturnoccupatO

Volturnèe – Laboratorio di Cultura Indipendente

presenta

COMPAGNIA ALEPH+SIMONE SACCUCCI+djset

 

Programma

19.30 Apertura

20.00 TrattoRiciclo

21.00 Compagnia Aleph in “Incommunicado”(teatrodanza)

22.00Simone Saccucci in “RocceSpineStreghe”(teatromusica)

A SEGUIRE DjSet

 

– COMPAGNIA ALEPH – “incommunicado”

“Incommunicado”  affronta in un contesto  surrealista/onirico i drammi, le incongruenze, le incapacità  nascoste che caratterizzano uno dei mali più diffusi del nostro tempo: l’incomunicabilità .

per info maggiori – www.lapiroettaaleph.it

– SIMONE SACCUCCI – “RocceSpineStreghe”

“Le scelte sono due: o cerchi le prove per amare un po’ il posto dove vivi oppure, mi spiace, non ti rimane altro che suicidarti…”.

Dopo un raccolta di storie ed immagini legate ad uno di quei tanti luoghi chiamati “dormitorio”,

nasce un racconto fatto di canzoni e monologhi che cerca la partecipazione di chi viene ad ascoltare, per trasformare il tutto in uno spettacolo comune.

Tra pionieri e abuso edilizio, la storia di una cittadina come tante.

per info maggiori – www.leraneacollefiorito.it

Sottoscrizione 3 euro

Volturno Occupato – via volturno, 37

www.volturnoccupato.org – www.volturno.noblogs.org

 

 

 

 

 

 

 

 

 

VEN2MAR – PONENTINO TRIO+DiDaCus DjSet

  • febbraio 27, 2012 16:32

VENERDI2MARZO

CineTeatroVolturnoccupatO

Volturnèe – Laboratorio di Cultura Indipendente

presenta

PONENTINO TRIO + DjSet

 

Programma

19.30 Apertura

20.00 TrattoRiciclo

21.30 Ponentino Trio(musica/teatro)

A SEGUIRE DiDaCus DjSet(popular and reggae explosion)

Sottoscrizione 3 euro

 

PONENTINO TRIO

presenta

RUMA

Viaggio tra teatro, musica, cultura popolare e letteratura
per conoscere la vita, l’amore, i luoghi, la città

Nel pensiero greco arcaico Mnemosine era la dea della memoria, dispensatrice dell’ispirazione poetica, a riconoscere e sacralizzare il valore della memoria in una civiltà.
Ricordare è  richiamare in vita. Le classi subalterne hanno da sempre affidato il loro patrimonio culturale alla memoria, e l’arte del narratore è l’arte della memoria, e a sua volta chi ascolta sarà narratore e portatore di memoria. Il narratore esercita un’azione creativa, vitalizzando con l’improvvisazione e l‘interpretazione: il racconto, il canto, non vengono ripetuti meccanicamente. La cultura popolare, quotidiana, autonoma e collettiva, è nel qui e ora; la sua forza espressiva si esaurisce al momento, in un gesto, una battuta, un ballo, un canto, esprimendo l’identità e la sensibilità di un popolo. Quello che si conserva e si tramanda è il modulo, la modalità.
Ricordare è portare un messaggio nel presente: il vate che manteneva vivo il ricordo, la memoria delle sue genti, era anche il veggente. Infatti il tempo astorico è dato dalle dinamiche umane, paradigmi presenti nel passato come nel presente e nel futuro.
Un filo che lega generazioni e genti oltre la Storia.
Un filo che intrecciano gli anziani per darlo in consegna ai giovani.

 

Volturno Occupato – via volturno, 37

www.volturnoccupato.org – www.volturno.noblogs.org