Archives for maggio, 2013

SAB1GIU – OMAGGIO A FRANCA RAME

  • maggio 26, 2013 16:05

omaggiofrancarame

SABATO1GIUGNO

CINE TEATRO VOLTURNO OCCUPATO

OMAGGIO A FRANCA RAME

 

Programma:

ore 19.00 Proiezione “Tutta casa, letto e chiesa”

ore 20.00 Aperitivo

ore 21.00 Reading | Contributi teatrali | Immagini e video di repertorio | Canti

a seguire Proiezione “Coppia aperta, quasi spalancata”

SELEZIONE MUSICALE FINO A CHIUSURA

evento facebook

vologo

 

 

 

CINE TEATRO VOLTURNO OCCUPATO

INGRESSO LIBERO

via volturno 37 [termini, metro A/B notturno]

SAB25MAGnight&day – MACAO MERAVIGLIAO+SCEEEMI

  • maggio 20, 2013 16:13

macao

sceeemi

SABATO25MAGGIO [night&day]

DAY – MACAO MERAVIGLIAO[festa per/con/di quartiere] +

NIGHT – SCEEMI, IL RIFIUTO DI UNA GENERAZIONE [in occasione del 36 compleanno di Radio Onda Rossa]

CINE TEATRO VOLTURNO OCCUPATO, RADIO ONDA ROSSA, COMPAGNIA CONTROCORRENTE

 

Programma DAY:

– ore 16.00 Apertura della festa in via Montebello

con musiche e danze della Malamurga

– ore 16.30 “Smisurato”, spettacolo per grandi e per bambini

– ore 17.30 Canti di lotta del “Brancoro” a cura di Mara Calcagni Groucho Teatro

– ore 18.00 Reading di poesia migrante a cura del laboratorio di poesia del Volturno tenuto da Rossella Pompeo

– ore 18.45 performance di Hip Hop [Esplosione Plastica&friends]

– ore 19.15 cori del laboratorio di improvvisazione vocale del Volturno guidato da Valeria Villeggia

Durante la Giornata: punto informativo laboratori del Volturno/spazio bimbi/percussioni di Laurent Oyeye/artisti di strada

Programma NIGHT:

Volturno Occupato, Radio Onda Rossa, Compagnia Controcorrente

presentano:

SCEEMI, IL RIFIUTO DI UNA GENERAZIONE

– ore 20.00 percorso di istantanee a cura di Tano d’Amico

– CENA

– ore 21.00 “Revolution, belli e ribelli” estratto teatrale a cura della Compagnia Controcorrente +

TALK SHOW L’OSCURA MARMAGLIA, chiacchiere e documenti per un’immersione nel 77

con reading dal libro di Dario Paccino, materiali audio e video di repertorio

– ore 23.30 “77SOUND” djset a cura di SCARPH E SISTA [radio onda rossa]

 

 

 

 

vologo

 

 

 

 

 

 

 

EVENTO FACEBOOK

SOTTOSCRIZIONE 5 EURO (…e se magna pure)

CINE TEATRO VOLTURNO OCCUPATO

via volturno 37 [termini, metro A/B notturni]

 

SAB18MAG – RI-nascita(dalla CIviltà CLOroformizzata) – danza

  • maggio 15, 2013 08:26

 

RI-CI-CLO locandina da Paola

SABATO18MAGGIO

CINE TEATRO VOLTURNO OCCUPATO

RI-nascita(dalla CIviltà CLOroformizzata)

 

PROGRAMMA

ore 21.00 – RI-nascita(dalla CIviltà CLOroformizzata) [spettacolo di danza]

 

 

 

 

 

 

RI – nascita

(dalla CIviltà CLOroformizzata)

 

RI-CI-CLO è uno spettacolo di danza che vuole far riflettere sulla nostra attuale situazione (economica, lavorativa, politica, artistica, emotiva…) e prospettare all’essere umano un futuro più ottimistico.

L’idea prende spunto dalla spazzatura, come unico risultato tangibile della nostra società.

Vuole promuovere la raccolta differenziata dei rifiuti e il valore degli oggetti riciclati.

Se dai rifiuti possono rinascere nuove forme, anche l’uomo può differenziarsi e rinascere.

I ATTO – Era Pre-riciclo

Partiamo da una civiltà “cloroformizzata”, addormentata. Una società con talmente tanti stimoli dal traguardo troppo facile, da sembrare in catalessi. Indecisa sul da farsi, confusa dalle tante scelte che le si prospettano, atterrita dal futuro incerto, depressa dalla continua incessante ricerca, di chissà cosa, che non arriva mai.

Non ci accontentiamo più delle nostre conquiste, piccole o grandi che siano, perché siamo sempre in corsa verso una nuova meta, gli uni contro gli altri, per essere i primi (i primi di cosa?).

Non importa se questa “gara” costerà la perdita della nostra morale, se ci costringerà a passare sopra la nostra etica; quello che ci guida è l’ansia di affermazione.

Tutto ciò non fa altro che cancellare le individualità, per omologare ai modelli suggeriti dalla TV (spazzatura) e dalla società globalizzata, capitalista e consumista. Crediamo di essere originali e alternativi, ma le nostre scelte fanno comunque parte di un ventaglio di proposte imposte subdolamente e chi cerca di distinguersi e proporre soluzioni alternative, il più delle volte viene deriso e allontanato, perché ritenuto non conforme.

Diciamo di cercare la felicità , ma a guidarci sono solo i soldi, il guadagno il profitto. L’integrazione sociale.

Ma questa società, questa collettività, ci fa sentire sempre più soli e insoddisfatti dal momento che le mete sono sempre lontane e irraggiungibili.

II ATTO – Rinascita

Cominciamo a guardarci intorno, a scoprire senza paura le differenze che ci circondano. Cominciamo a scrollarci di dosso il grigio, ad accettare difetti, limiti, diversità.

Differenziamoci.

Non temiamo di riprenderci la nostra dignità di individui.

Seguiamo i nostri pensieri. Non dobbiamo aver paura di sognare né di realizzare questi sogni. Non smettiamo di sperare.

In questo modo rivedremmo i colori, le nostre anime ricomincerebbero a brillare, i cuori a battere e il nostro futuro avrebbe delle prospettive.

QUADRI COREOGRAFICI

  1. spazzatura
  2. omologazione
  3. solitudine
  4. TV spazzatura
  5. scoperta del diverso
  6. differenziazione
  7. ri-nascita

     

    La giovane compagnia diretta da Laura Di Biagio, nasce col chiaro intento di dare spazio a progetti che comunichino idee, valori, emozioni. Nasce per dare opportunità di sviluppo ai sogni (nel cassetto) di tutti coloro che ne fanno parte o che hanno semplicemente voglia di mettersi in gioco e sperimentare forme di comunicazione.

    Tale sperimentazione non vuole essere una cervellotica introspezione fine a stessa (spesso anche cupa e pessimista), incomprensibile al grande pubblico e, talvolta, pure agli addetti ai lavori.

    La compagnia si muove convinta che l’arte abbia il compito/merito di comunicare, di suscitare emozioni, perciò si allontana da forme estreme, estremiste ed estremamente costruite. Soprattutto quando si usa, come in questo caso, il linguaggio della danza, più complesso e di difficile comprensione rispetto alla parola.

    Proprio per questo Laura Di Biagio punta più sull’espressività dei danzatori e sulle loro capacità interpretative, che sulla tecnica, seppure imprescindibile.

     

    Lo scopo primario di è aprire un canale di comunicazione tra gli artisti e il pubblico.

     

    Ciò si ottiene grazie al movimento ispirato e anche grazie alla musica e musicalità.

    Musica come creatrice, già da sola, di immagini e atmosfere.

    Importantissimo è seguirne i ritmi e carpirne gli impulsi che ci forniscono le note, creando una simbiosi fra le tre discipline sceniche: recitazione, musica, danza.

     

    Un pieno coinvolgimento sei sensi.

     

    Un’esplosione di passioni.

     

    Al solo scopo di emozionare senza troppi “effetti speciali”.

     

    sito CompagniA MINE danzanti

     

    Sottoscrizione 3 euro

    cine teatro volturno occupato

    via volturno 37

SAB11MAG – FESTA NO TAV@SERATA BENEFIT

  • maggio 6, 2013 14:37

Flyer_NOTAV_10MAGGIO_front

SABATO11MAGGIO

CINE TEATRO VOLTURNO OCCUPATO

FESTA NO TAV@SERATA BENEFIT

 

Da oltre un decennio, pressoché l’intera comunità della Val di Susa è mobilitata per impedire la costruzione di una linea ferroviaria ad alta velocità. In contrapposizione a media, partiti politici, forze dell’ordine e magistratura, un grande movimento di massa non cessa di crescere e, iniziativa dopo iniziativa, consolida la consapevolezza di poter vincere.
I militanti e le militanti del Centro sociale Askatasuna – insieme ad Alberto Perino, Lele Rizzo, Giorgio Rossetto, Nicoletta Dosio, Mario Cavarnia e molti altri protagonisti della lotta no tav – raccontano le ragioni di un movimento che ha saputo costruire una diversa cooperazione sociale, produrre un’altra scienza, un sapere alternativo, una coscienza capace di tradursi in resistenza di massa.
Oggi, il movimento No Tav interpella il senso di alcune parole della politica, declinandole con nuovi significati: cos’è un’«istituzione», quando essa assume il volto della repressione di un’intera comunità? Cos’è la «democrazia», quando il parere del «maggior numero» viene del tutto ignorato? Cos’è lo «sviluppo», quando l’infrastruttura proposta è mera speculazione? Cosa sono le «risorse», quando il Tav appare come un gigantesco e insensato consumo di risorse naturali?
Per le popolazioni della valle di Susa nel conflitto no tav è anzitutto in gioco un diverso modello di società, di economia e di politica. Un modello che già vive dentro le forme di una soggettività radicale e massificata che diventa punto di riferimento e proposta di metodo per un nuovo agire sociale e politico.

 

L’incasso della serata sarà devoluto interamente alle spese legali del Movimento NO TAV [SOTTOSCRIZIONE 3 EURO]

 

Programma

 

18.30 – Presentazione del libro “A sarà düra” – Storie di vita e militanza no tav

a cura di due compagne e attiviste della Val di Susa

20.30 – Concerto di Giulia Tripoti [folk/progressive/world music]

21.30 – spettacolo teatrale “NO TAVevo detto” dei Teatri della Viscosa

23.30 – live set Pol G [ASSALTI FRONTALI] //guest “Il NANO”

 

durante la serata:

– PROIEZIONI VIDEO E FOTO della/dalla Valle che Resiste

– EXPO AUTOPRODUZIONI a cura di A.dna Collective

– CENA NO TAVoli a cura della DeMERODE crew del Teatro de Merode

 

 

LINKAGGI

“A sarà düra” – Storie di vita e militanza no tav

http://www.deriveapprodi.org/2013/01/a-sara-dura/

http://www.saradura.it/

GIULIA TRIPOTI

http://www.giuliatripoti.it/

http://www.youtube.com/watch?v=kcB2WcwhMo8&feature=player_embedded

http://www.youtube.com/watch?v=wr59S7QIbdU&feature=player_embedded

Spettacolo “NO TAVevo detto” dei Teatri della Viscosa

“Maria crede che l’ALTA VELOCITÀ farà bene al suo paese, farà bene all’economia, migliorerà il trasporto delle persone e delle merci. Maria comincia il suo percorso attraversando l’Italia dell’Alta Velocità, un percorso di COSCIENZA e CONOSCENZA, che svelerà ai suoi occhi l’INQUIETANTE REALTÀ celata dietro la costruzione di una GRANDE OPERA.”

http://www.teatridellaviscosa.com/

http://www.youtube.com/watch?v=H2gaXw_TxRs

 

EVENTO FACEBOOK

CINE TEATRO VOLTURNO OCCUPATO

via volturno, 37 [Termini, metro A/B – notturni]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

DOM5MAG – RASSEGNA DI MUSICA FILIPPINA

  • maggio 3, 2013 19:16

 

pinoy

CINE TEATRO VOLTURNO OCCUPATO

DOMENICA 5 MAGGIO

PINOY BAND EXPO – RASSEGNA DI MUSICA FILIPPINA

 

PROGRAMMA:

h15.00- Proiezione della prima edizione di Pinoy Band Expo
h16.00- Presentazione della rassegna di quest’anno.
h.16.30- Queencel in concerto

h.17.00- Band Filippine in concerto:

– 4th session band

– 9 Feet Under

– Acoustika

– Cool Sensation Band

– The Sessionist Band

– The Jerymheycz

– The Roomates

– Noypitality Band

– 5 Story Band

Durante la giornata potranno essere degustate specialità alimentari filippine

 

 

 

 

volturno.noblogs.org

https://www.facebook.com/events/498639040191468/?ref=22

SOTTOSCRIZIONE 3 EURO

VIA VOLTURNO 37 [termini, metro A/B, notturni]