Archives for aprile, 2012

SAB28APR – COLORI+ANTONIO MARESCA PROJECT+djset

  • aprile 5, 2012 16:45

SABATO28APRILE

CineTeatroVolturnoccupatO

COLORI+ANTONIO MARESCA PROJECT+djset 
ore 19.30 apertura

ore 20.00 – TrattoRiciclo(cucina collettiva nei modi e popolare nei prezzi)

ore 20.00-21.00 COLORI – settimo archetipo panico (PRIMA REPLICA)

ore 21.00-22.00 COLORI – settimo archetipo panico (SECONDA REPLICA)

ore 22.00-23.00 COLORI – settimo archetipo panico (TERZA REPLICA)

* Ad ogni replica possono partecipare solo sei spettatori. Lo spettacolo è riservato a un numero limitato di spettatori
prenotazione obbligatoria: 3335633317 – arci_fuorirotta@hotmail.it

ore 23.00 – ANTONIO MARESCA PROJECT

A seguire DjSet resident

 

– COLORI – settimo archetipo panico –

 

La “Mine-Haha Production” in collaborazione con la “Compagnia dell’Invidia & Compagnia del Teatro Ebbro” e in collaborazione con “Arci Fuorirotta” di Treviglio, da sempre impegnate nella sperimentazione dei linguaggi teatrali, con l’idea di scardinare l’ovvietà culturale e artistica, sottopone alla Vostra attenzione lo spettacolo “COLORI – Settimo Archetipo Panico”.

 

“Colori” è uno spettacolo per un numero limitato di spettatori, è un incontro di emozioni, esperienze, sensazioni tutte vissute al buio. Il buio è la dimensione nella quale gli spettatori perdono e riacquistano il contatto con tutto ciò che li circonda. Il buio è un magma creatore.

Con una combinazione di suoni, sussurri, profumi e oggetti lo spettatore scivola in una nuova dimensione per divenire una parte del tutto, per riscoprire una voglia di andare aldilà di ciò che fisicamente e tradizionalmente percepiamo intorno a noi. “Colori” vuole mettere l’accento esclusivamente sul nostro modo di percepire le sensazioni, per riacquistare un rapporto più solido e stabile con le nostre dimensioni più intime.

 

Antonio Maresca Project


Il progetto fonde due mondi, quello della musica strumentale (sempre più complesso e destinato ad un pubblico di addetti ai lavori)
con quello della canzone d’autore, uniformando il tutto con un sound coinvolgente e intimo allo stesso tempo. 
Un viaggio nella World Music Partenopea, proiettata in un’ ondata di funk/jazz elettrico, con uno sguardo a volte pungente e volte ironico alle tematiche sociali.
Il cantautore passa da brani come “No more camorra”, una composizione dal sapore rock/jazz che racconta la difficoltà delle persone oneste a restare fuori dagli affari sporchi nei territori insediati dalla criminalità, a brani come “Il Funk..azzista”, una riflessione ironica, in chiave funk, sui giovani artisti e sul mondo del lavoro; e brani come “Vento di melodia”, atmosfere latin/jazz e vera e propria dichiarazione d’amore alla musica e alle tante storie che ci fa immaginare; per finire con brani provocatori come “Il piano “B” Laden” una critica ironica, ma violenta, alla politica degli USA sulle questioni del terrorismo internazionale e sui reali interessi della guerra in Medio Oriente;
una visione complottistica che, con il piano “B”, mette in dubbio l’esistenza stessa di Bin Laden ipotizzando che sia stato inventato a Cinecittà, come il cinema americano ai tempi della dolce vita.

Antonio Maresca – voce e chitarra (testi, musiche e arrangiamenti)

Andrea Verlingieri – sax e flauto traverso
Carlo Ferro – Piano elettrico
Giuseppe Salvaggio – basso
Marco Tardioli – batteria
LINK
– sottoscrizione 3 euro – via volturno, 37 –

– volturno.noblogs.org – www.volturnoccupato.org –

 

 

 

 

 

 

 

VEN27APR – ZiganCafè MUSICShow+DJset

  • aprile 5, 2012 16:30

VENERDI27APRILE

CineTeatroVolturnoccupatO

ZiganCafè MUSICShow+DJset

 

ore 19.30 – Apertura

ore 20.00 – TrattoRiciclo(cucina collettiva nei modi e popolare nei prezzi

h.21:30- Quattro Chiacchere in Poltrona – in …. “Comodi ma …. Non Troppo !!!” Un originalissimo Mix di Sketch, Simpatia & Musica; spettacolo d’intrattenimento a Cura di Nicola Pensabene, Antonio Orlando, Federico Antonucci …

h:22:30 – Zigan Café Music Show : Direttamente da Venezia, hanno partecipato da protagonisti alle ultime tre edizioni del Carnevale di Venezia, sia nella formazione MARCHING BAND, che nella versione Music Show, ove il quartetto, composto da Chitarra, Violino, Sax & Percussioni ha condiviso il palcoscenico durante le proprie esibizioni con artisti di Circo, Illusionisti, Showmen di ogni genere. Il loro indistinguibile tocco retro, ispirato alla tradizione del MusicHall Cabaret anni ’50, arricchito dalle sonorità moderne dell’ElectroJazz & ElectroSwing, vi aspetta per una serata indimenticabile !

….. in compagnia di uno special guest d’eccezione : il giovane e talentuosissimo illusionista …. LUCALUX !!!!!!!!!

h.00:00 Dj Set ZigancAfé MusicShow + Gabriele Orlandi Dj

Dove : CINEMA TEATRO “VOLTURNO”, Via Volturno, 37 – Roma
a 500m da piazza dei cinquecento (stazione termini)

Quando : 21:30 – 02:00

Costo : 3 EURO SOTTOSCRIZIONE !!!!!

info at 3204682292

– ZiganCafè MUSICShow –

 

E’ un collettivo artistico attivo Nella zona del Nord’est dell’Italia, vanta varie collaborazioni con eventi di carattere molto differente tra loro, tra cui le collaborazioni con il Circo Acquatico Bellucci, a Perugia nel 2009 e a Venezia per il Carnevale 2011. Il gruppo lavora su una commistione tra la musica dal vivo ed esibizioni o performance di artisti Circensi, prestigiatori, etc…in una curiosa e molto divertente cornice di atmosfera MusicHall anni’30. All’Attivo circa un centinaio di esibizioni.

Link :

Zigancafé Meets Circo Acquatico Bellucci

http://www.youtube.com/watch?v=sKX

Zigancafé MarchingBand

http://www.youtube.com/watch?v=5KvW0ICiudk

Zigancafé Quintet

http://www.youtube.com/watch?v=D87IBzQIsi4&context=C344a009ADOEgsToPDskLRI_rKDkIyCUlMAmAVkYSS

 

– sottoscrizione 3 euro – via volturno, 37 –

– volturno.noblogs.org – www.volturnoccupato.org –

 

DOM22APR – VOLTURNO QUEER VISION

  • aprile 5, 2012 16:20

DOMENICA22APRILE

CineTeatroVolturnoccupatO

VOLTURNO QUEER VISION

 

VOLTURNO QUEER VISION
MARATONA DI FILM INEDITI A TEMATICA GAY-LESBICA DAL MONDO SOTTOTITOLATI IN ITALIANO
DOMENICA 22 APRILE DALLE 18 ALLE 24 AL VOLTURNO OCCUPATO VIA VOLTURNO, 38 – ROMA (metro Termini) [MAPPA].

(Cena sociale sul posto alle 21)
INGRESSO A OFFERTA LIBERA
ECCO IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA:
—————————————————————————–
– Ore 18,00: Proiezione dei seguenti cortometraggi:

1. Cortometraggio: “Pestañas asesinas” (Spagna 2008, 7 min.): E’ un corto in formato falso trailer. Uno strano microorganismo marziano ha invaso tutti i cosmetici del mondo: Tre drag queen lottano per salvare il pianeta terra da una orda di zombi truccati, divini, vittime del glamour.

2. Cortometraggio: “Un Beau Jour, un Coiffeur” (11 minuti, Francia 2004): Uno studente e dottorando di filosofia ha una vita molto ordinata, con la ragazza e tutto il resto. Ma tutto cambierá il giorno che entra in un negozio di parrucchiare e sente un colpo di fulmine inaspettato per un barbiere …

Cortometraggio: La sconosciuta [Desconocida] (Spagna 2007 – Regia: Iris Segundo Garcia – 4’09”): Un incontro casuale tra due donne, porta a uno sconvolgimento dei sensi; ci sarà un seguito?
4. Cortometraggio: “Trevor” (Regia: Peggy Rajski, USA 1994, 18 min.): Trevor [Brett Barsky] cerca di chiamare l’attenzione dei suoi genitori fingendo svenimenti e sucidi, ma nonostante ció, é totalmente ignorato da loro e da tutti. Sente che non é come gli altri: i suoi gusti musicali per Diana Ross, per il teatro e per il suo migliore amico Pinky Faraday [Jonah Rooney], non sono capiti da nessuno. Dopo i conseguenti dubbi esistenziali, decide di farla finita. Ma sará un modo di ricominciare tutto d’accapo. Il lavoro ha ricevuto moltissimi premi, tra cui l’Oscar per il miglior cortometraggio.

I cortometraggi saranno intramezzati da spot pubblicitari e brevi notiziari dal mondo riguardanti la tematica LGBTQ.
—————————————————————————–

– Ore 19: Film “Contracorriente”
regista: Javier Fuentes-León 
GENERE: Drammatico 
ANNO: 2009 
NAZIONE: Perù / Colombia 
DURATA (min.): 100 
LINGUA ORIGINALE: Spagnolo 
SOTTOTITOLI: Italiano (a cura di Buzz Intercultura)

Questo primo lungometraggio del regista Javier Fuentes-León è una insolita storia di fantasmi ambientata sulle spiagge peruviane, con alcune similitudini alla vicenda di Brokeback Mountain. E’ la storia di Miguel, un pescatore che nasconde la sua omosessualità dietro il paravento di un matrimonio felice con una moglie che lo ama e che sta aspettando un figlio. Segretamente Miguel porta avanti una intensa storia d’amore con Santiago, un artista bohémien, che non pubblicizza la sua omosessualità ma nemmeno la vuole nascondere del tutto. La storia, ambientata in un piccolo villaggio di pescatori, prende una piega fantastica dopo la morte per annegamento di Santiago quando questi ritorna come fantasma per chiedere a Miguel di cercare il suo corpo e di seppellirlo secondo le tradizioni locali in modo che la sua anima possa riposare in pace. Miguel si trova ora davanti ad un dilemma: dovrà ammettere pubblicamente di avere avuto una storia d’amore con Santiago, rovinando così il suo matrimonio e la sua vita, ma esaudendo le richieste del suo amato, oppure deve continuare la sua vita come se nulla fosse successo portandosi dentro il peso e la responsabilità della dannazione eterna del suo amante rimasto insepolto. Deve essere molto difficile continuare a vivere con un tale peso sulla coscienza, tentando di dimenticare la persona che avete tanto amato, solo per salvarvi la faccia. (fonte: cinemagay.it)

Trailer: http://www.youtube.com/watch?v=Z84NorpQM_8&feature=player_embedded

—————————————————————————–

– Ore 20,30: Trattoria “Ar Volturno” dove potremo gustare le delizie della casa!

—————————————————————————–

– Ore 21,30: Proiezione dei seguenti cortometraggi:

1. Cartone animato: “Is a choice?” (Usa 2007, 4 min.): Divertente cartone animato statunitense usato per l’educazione nelle scuole che spiega che, secondo le fonti piú autorevoli e piú avanzate, l’omosessualitá non si sceglie, ne si acquisisce, ne é una malattia. E semplicemente una caratteristica naturale e innata nella persona. Diffondete questo video il piú possibile per sconfiggere l’omofobia. Dal film “For the bible tells me so” (Perchè me lo dice la bibbia). Quando un’educazione intelligente come questa nelle scuole italiane?

2. Cortometraggio: “Vamonos” (Spagna 2002 – 9 min.): Una storia d’amore tra due donne di diversa classe sociale…

3. Cortometraggio: “Love trip” (USA 2009, 8 min.): Delicatissimo cortometraggio che parla dell’amore di un bambino di 7 anni per un suo coetaneo.


4. Cortometraggio: “Chungo y Pelao” [Il brutto e il pelato] (Spagna 2010, 10 min.): Capitolo pilota di una serie ispirata all’omonimo manga gay erotico famoso in Spagna, é la storia di due bulletti di periferia che ogni tanto si lasciano andare …


I cortometraggi saranno intramezzati da spot pubblicitari e brevi notiziari dal mondo riguardanti la tematica LGBTQ.
—————————————————————————–

– Ore 22,20: Film “Revolution is my boyfriend”:

regista: Bruce LaBruce
GENERE: Commedia erotica
ANNO: 2006
NAZIONE: Germania
DURATA (min.): 90
LINGUA ORIGINALE: Tedesco – Inglese
SOTTOTITOLI: Italiano (a cura di Buzz Intercultura)

“Come coniugare la lotta comunista con la liberazione omo-sessuale? Unendo i simboli degli anni di piombo tedeschi e le teorie del sessuologo Wilhelm Reich in una storia di proclami politici, rapimenti di ricchi rampolli e sesso sfrenato, dove il privato diventa davvero politico e la rivoluzione viaggia dalle strade a sotto le lenzuola e viceversa, anche negli ascensori.
Ambientato a Berlino, il film parla di un gruppo di terroristi che preparano la rivoluzione gay sotto la guida della leader (eterosessuale) la bionda Gudrun, che in nome della causa spingera’ anche il suo fidanzato tra le braccia dei compagni di lotta. Il regista di classici come Skin Flick e Hustler White ci offre un film estremo ed eccitante, divertente e militante, con una colonna sonora che vi fara’ ballare sulle poltrone. E dichiara: “Ho voluto realizzare un saggio godardiano in cui la sessualita’ torna ad essere, come negli anni Settanta, l’unica vera forma di lotta e di emancipazione.” (Sundance e Berlinale 2004)
Il film contiene molte scene di sesso esplicito.

Revolution is my boyfriend:

Trailer (essendo una pellicola con moltissime scene di sesso esplicito, non possiamo mostrarvi il trailer, ma solo una parte del film): http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=2yDKfBwqZXo

 

 

– sottoscrizione libera – via volturno, 37 –

– volturno.noblogs.org – www.volturnoccupato.org –

 

SAB21APR – FUORI SEDE PROJECT

  • aprile 5, 2012 16:15

SABATO21APRILE

CineTeatroVolturnoccupatO

FUORI SEDE PROJECT

 

ore 18.00 – Apertura

ore 18.30 – FUORI SEDE PROJECT

ore 20.00 – TrattoRiciclo(cucina collettiva nei modi e popolare nei prezzi)

A.DNA & VOLTURNO OCCUPATO

presentano

FUORI SEDE PROJECT

FUORI SEDE è un progetto rivolto ai tanti lavoratori, studenti,

precari capitolini e non, che animano, vivono e abitano la città di
Roma.

A.DNA PROJECT, in collaborazione con il VOLTURNO OCCUPATO, si propone

di creare un punto di riferimento per chi ogni giorno, tra ostacoli e
situazioni avverse, contribuisce da FuoriSede ad arricchire questa
città. La cooperazione, lo scambio di idee e soprattutto
l’informazione continua tra residenti e non, sono alla base di
un’attività culturale e sociale genuina, che questo progetto cerca di
alimentare e rinforzare.

L’OBIETTIVO primario è proprio quello di integrare chi si muove nella

capitale da “estraneo” , costruendo un ponte sicuro tra residenti
e fuori sede, attraverso un evento che avvicini e accomuni individui
provenienti da realtà socio-culturali differenti, allontanando
l’intolleranza troppo spesso incombente.Attraverso dibattiti, esposizioni, proiezioni di documentari e
cortometraggi indipendenti, performance, stand di autoproduzioni,
musica dal vivo e punti di informazione delle associazioni presenti a
supportare gli eventi, si focalizzerà l’attenzione sui problemi
comuni che affliggono la nostra penisola.

l’attenzione di tutto l’evento sarà rivolta al problema dei
rifiuti: partendo dalla situazione campana, cercando poi di
comprendere le responsabilità e le dinamiche della questione,
generatesi altrove. Si farà il punto della questione, dando parola
ai movimenti e alle associazioni presenti anche nel Lazio, che già da
tempo si sono mobilitate per presentare un piano sui rifiuti
alternativo a quello regionale ed ufficiale. Si cercherà di mettere
in contatto alcune tra le realtà, provenienti da diverse regioni, che
operano sul campo per arginare il problema, trovando soluzioni a
favore della salute dei cittadini che abitano i territori maggiormente
interessati, contro il profitto e la speculazione dilagante e
noncurante della popolazione.Una giornata improntata sull’informazione, attraverso dibattiti, ma
anche cinema indipendente, foto e video reportage, musica dal vivo,
produzioni artigianali con materiali di riciclaggio, installazioni
istruttive, esposizioni artistiche e performance.

ASSOCIAZIONI, COMITATI E MOVIMENTI PRESENTI:nomi da inserire

– STAND DI PRODUZIONI ARTIGIANALI:

nomi dei partecipanti da inserire

– ARTISTI IN ESPOSIZIONE:

nomi dei partecipanti da inserire

– PHOTO REPORTAGE IN 3D

PROGRAMMA:
(provvisorio)

START H 18.00

– Vernissage delle esposizioni e apertura mercatino artigianale

aperitivo sociale + dj set e video art

– Presentazione del progetto e del programma della serata

H 18.30

Proiezioni alternate a musica dal vivo e performance

– 1° corto/documentario sul tema

– 1° musicista/performer

– 2°  corto/documentario sul tema

– 2° musicista/performer

H 21.00

– Dibattito ed intervento dei registi e delle associazioni presenti.

– Cena sociale

– Saluti e ringraziamenti.

H 22.00

DUE/TRE guest della serata da inserire

H 1.00

Dj set di chiusura e video art

 

 

 

 

– sottoscrizione 3 euro – via volturno, 37 –

– volturno.noblogs.org – www.volturnoccupato.org –

 

 

 

VEN20APR – DUO TERSITE+PAOLO PAVAN+djset

  • aprile 5, 2012 14:46

VENERDI20APRILE

CineTeatroVolturnoccupatO

DUO TERSITE+PAOLO PAVAN+djset

 

ore 19.30 – Apertura

ore 20.00 – TrattoRiciclo(cucina collettiva nei modi e popolare nei prezzi)

ore 21.00 – Duo Tersite in “Machina Cana”

ore 22.00 – Paolo Pavan in concerto

0re 23.30 – DjSet resident

 

– DUoTersite –

 

Duo Tersite “Machina Cana” Alessandro Triangalli e Giulio Carcani
Teatro canzoni poesia e racconti www.myspace.com/duotersite

Roma e i romani, una città e i suoi abitanti, perennemente in bilico tra senso di appartenenza e proiezioni antropologiche ibride, tra conservazione degli antichi fasti e speculazioni immobiliari devastanti; questi i temi delle poesie e delle note del duo chitarra e voce “Tersite” . I versi, accompagnati dalla musica, mescolano, in un linguaggio in tensione tra dialetto e codice letterario, storie di immigrati vecchi e nuovi, interviste, racconti di lotte locali, citazioni dalla cronaca e da testi d’urbanistica. La musica lascia spesso il carattere melodico e diventa graffiante, dà corpo assieme alle parole ai suoni della città, al suo tessuto, ai conflitti e trasformazioni. Una città a 360 gradi e in rotazione su se stessa, centrifuga o per linee radianti, dal Rione Monti a Tor Bella Monaca, dal centro storico ai territori oltre il raccordo anulare.

– Paolo Pavan 

 

Paolo Pavan nasce a Roma nel novembre del 1970. Inizia i suoi studi musicali da giovanissimo e subito sceglie il pianoforte come suo strumento. Stefano Sabatini e Riccardo Bise2o sono tra i suoi primi maestri. Con Michelangelo Lupone studia composizione. Persegue i studi classici diplomandosi in pianoforte con la pianista Velia De Vita; terminati gli studi accademici inizia un corso di perfezionamento con il maestro russo Konstantin Bogino.
Suona con diverse band della capitale  vari generi musicali: pop, rock , jazz,  musica leggera, collaborando  anche alla realizzazione di progetti discografici. 14
Partecipa a diversi festival musicali tra cui l’Eddie Lang Jazz festival, Fabbricando festival, Se telefonando festival e nel 2000 è finalista al TIM torneo internazionale di musica. Nel 2000 prepara un concerto per solo pianoforte che tiene  in occasione del “IV Festival Internazionale di Pianoforte e Musica da Camera” presso l’Accademia Angeli ca Costantiniana. Questo concerto è il prodotto di uno studio sulle improvvisazioni jazzistiche su brani classici.
Nel 2003 inizia la collaborazione con il sassofonista Davide Marinacci realizzando “Inside”, progetto  discografico di brani jazz originali.

Dal 2004 lavora, insieme a Davide Marinacci a una personale rielaborazione di alcuni classici di T. Monk e J. Coltrane. Dal 2003 fornisce  consulenze musicali in diversi programmi televisivi della RAI TV. Nel 2008 partecipa ai seminario del pianista Kenny Barron al Tuscia Jazz festival.

 

 

 

– sottoscrizione 3 euro – via volturno, 37 –

– volturno.noblogs.org – www.volturnoccupato.org –

 

 

DOM15APR – ATTO NOMADE

  • aprile 5, 2012 14:24

DOMENICA15APRILE

CineTeatroVolturnoccupatO

ATTO NOMADE

 

– ATTO NOMADE –

 

ORE 18.00

 

il primo appuntamento con il cinema d’autrice sarà con la regista Cinzia Bomoll con il film “Il segreto di Rahil”

 

Quest’opera non ha avuto una distribuzione nelle sale cinematografiche ed è l’opera prima della regista che è stata anche la produttrice di se stessa.

 

A SEGUIRE CONCERTO DI BARBARA ERAMO E STEFANO SALETTI

 

http://www.cinemaitaliano.info/ilsegretodirahil

 

http://www.youtube.com/watch?v=40UzEMsG8Wg

 

 

 

Elena Tenga

Assoc. Culturale Atto Nomade

Cell. 339 8060067

 

 

 

– sottoscrizione 3 euro – via volturno, 37 –

– volturno.noblogs.org – www.volturnoccupato.org –

 

 

 

 

SAB14APR – JOHNNY BISCOTTO EXTRAORDINARY SHOTS+CASALETTO98+djset

  • aprile 5, 2012 13:46

SABATO14APRILE

CineTeatroVolturnoccupatO

JOHNNY BISCOTTO EXTRAORDINARY SHOTS+CASALETTO98+djset

 

ore 19.30 – Apertura

ore 20.00 – TrattoRiciclo(cucina collettiva nei modi e popolare nei prezzi)

ore 21.00 – JOHNNY BISCOTTO EXTRAORDINARY SHOTS

ore 22.00 – CASALETTO98 in concerto

0re 23.30 – DjSet resident

 

Johnny Biscotto

 

Signore e signori,
Johnny Biscotto, il famoso artista del Johnny Biscotto Extraordinary Circus recentemente arrestato e poi scappato misteriosamente, è stato nuovamente avvistato in Azerbaijan!
I nostri sgarruppati artisti non si sono ancora procurati il giusto mezzo (l’autobus!!!) per inseguirlo per tutta l’EurAsia e ricreare il fantastico ensemble Johnny Biscotto Extraordinary Caravan!

FACEBOOK

SITO

LINK VIDEO

 

– Casaletto98

 

Casaletto 98 non è un gruppo di amici, ne una band: è una way of life nata per combattere Babylon. Il reggae è il pretesto per shakerare le nostre esperienze musicali (rock, techno, funk e songwriting) in un cocktail lisergico dove Bob Marley incontra Califano e i Pink Floyd vanno a braccetto con Alborosie, il tutto nella migliore tradizione garage e sotto lo sguardo severo del King Selassie I

LINK VIDEO

 

– sottoscrizione 3 euro – via volturno, 37 –

– volturno.noblogs.org – www.volturnoccupato.org –

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

VEN13APR – IL GRIGIO+djset

  • aprile 3, 2012 17:40

VENERDI13APRILE

CineTeatroVolturnoccupatO

IL GRIGIO+IL MANIFESTO DI VICTOR(ANNULLATO)+djset 

 

ore 19.30 – Apertura

ore 20.00 – TrattoRiciclo(cucina collettiva nei modi e popolare nei prezzi)

ore 21.30 – Jacopo De Santis in “Il Grigio”

Il Manifesto di Victor in CONCERTO(ANNULLATO)

0re 23.30 – DjSet resident

 

– Jacopo De Santis in “Il Grigio” –

Autori: Giorgio Gaber & Sandro Luporini

Anno: 1988
Monologo/Racconto teatrale in due tempi Interprete: Jacopo De Santis

Regia : Jacopo De Santis

Musiche di scena : Giuseppe Donaggio, Ludovico Einaudi, Carlo Cialdo Capelli (brani originali eseguiti durante lo spettacolo interpretato dallo stesso Giorgio Gaber durante le stagioni teatrali: 1988-1989, 1989-1990, 1990-1991), Bernard Herrmann, Simon & Garfunkel. *(Led Zeppelin – Bron Yr Aur – Brano strumentale eseguito dal vivo da Jacopo De Santis)*

– Trama –

“Il Grigio” è un monologo sul bilancio esistenziale e sentimentale di un uomo. E’ una ricerca nel mondo dei sentimenti.

Al centro della vicenda un uomo sui 45-50 anni spaesato e destrutturato, con alle spalle le macerie “normali” di una vita “normale”: un matrimonio finito, un figlio trascurato e forse un po’ estraneo, un’amante delusa dal mancato riconoscimento di una figlia di cui il protagonista è probabilmente il padre e che, pertanto, è ritornata dal marito.

In fuga da questo marasma esistenziale il protagonista lascia la città e si stabilisce in una nuova casa in campagna, ideale per vivere un momento di solitudine, di riflessione, di riposo e dove spera sia possibile almeno tentare di sanare la sua sempre più dolorosa perdita di senso esistenziale. Presto però nella nuova casa, insieme alla consapevolezza della sua “impotenza sentimentale”, si materializza un avversario, in apparenza un semplice topo la cui figura d’altra parte non si vede mai ed è solo evocata dal narratore in scena.

Di fronte al topo il protagonista prende i soliti consueti provvedimenti per eliminarlo ma si accorge che il suo avversario è più astuto di quanto si aspettasse. Piano piano il presunto nemico entra nella vita del protagonista fino a sconvolgerla completamente. E’ una lotta disperata e senza tregua dove a poco a poco l’uomo perde ogni contatto con il mondo esterno e si riduce in uno stato di totale abbrutimento e quasi di follia.

Il topo, o per meglio dire, la sua presenza simbolica, diventa l’elemento scatenante che gli rimescola dentro tutti i dubbi, le contraddizioni, i suoi errori, le sue mancanze, tutti i punti oscuri della sua vita, fino ad un delirio contro se stesso e contro il mondo.

Nel momento in cui il protagonista riesce ad accettare, seppur con grande fatica, “Il Grigio”, cioè quella parte negativa dentro l’anima di ognuno, il protagonista riesce a trovare la comprensione e quindi a guardare l’umanità e di conseguenza se stesso in modo diverso.

Non la definirei una contrapposizione ma piuttosto una diversa angolazione da cui guardare il mondo.

 

– sottoscrizione 2 euro –

– via volturno, 37 –

volturno.noblogs.org – www.volturnoccupato.org

VEN6APR – BADAMI+AVAST+djset

  • aprile 3, 2012 17:08

VENERDI6APRILE

CineTeatroVolturnoccupatO

BADAMI+AVAST+djset resident

 

ore 19.30 – Apertura

ore 20.00 – TrattoRiciclo(cucina collettiva nei modi e popolare nei prezzi)

ore 21.00 – Compagnia Anemofilia in “Badami”

ore 22.00 – Avast in concerto

0re 23.30 – DjSet resident

 

– AVAST –

“La realtà c’ha le corna”



Gatti in doppiopetto, polli con la lingua lunga, topi al guinzaglio, santi e plastiche facciali, manichini, assessori, nasi storti, angeli a contratto, signore belle e impassibili, cani che piovono…

Canzoni di crude e di cotte, in un bestiario di inizio millennio


voce – Negher  
chitarra acustica – Fabio Gammone 
chitarra elettrica – Giovanni Lentini 
tastiera – Cristiano Giammatteo 
basso – Roberto Bellasalma
batteria – Pasquale Miranda 


mail. 
avastmusik@gmail.com

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

– sottoscrizione 3 euro –

– via volturno, 37 –

volturno.noblogs.org – www.volturnoccupato.org