Archives for febbraio, 2011

Volturnèe Febbraio 2011

  • febbraio 7, 2011 17:13

flyer-fronte
flyer-retro

Sabato 12 Febbraio 2011

h 21
Daniele Fabbri presenta:
CIECOTROFISMI (…EH?!)
(performance teatrale)
Segue ECLETIC FAMILY SOUND (Dub/Reggae/Ska)
LINK

Venerdì 18 Febbraio
h 21
Teatro da Battaglia presenta:
GARAGE
(performance teatrale)
LINK

Sabato 19 Febbraio
h 21
ORCHESTRA MALANCIA in concerto
(genere acustico/folk/sperimentale)
LINK

Sabato 26 Febbraio
h 21
Totalab presenta:
APOPHIS (danza contemporanea)
h 21.30
AndroGiniArte presenta
ELETTRA e SALOME’ o DELLA FOLE PUREZZA FATALE
(performance teatrale)
LINK

Nelle serate apericena a partire dalle h 20:00
Tutte le serate sono a sottoscrizione libera

sab26feb2011 – Apophis + AndroGiniArte

  • febbraio 2, 2011 11:22

Sabato 26 Febbraio
h.21:00

TotaLab presenta:
APOPHIS
(danza contemporanea)


Apophis-Corpi Incandescenti

Apophis e apocalisse sono le due facce della stessa medaglia. Nel 2036 un asteroide, che è stato ribattezzato apophis, impatterà la Terra causando la scomparsa del genere umano e decretando di fatto la fine del mondo. Nello spettacolo si alterneranno e si confonderanno due visioni coreografiche dell’evento che sta per cambiare fatalmente il destino dell’intera umanità; da un punto di vista “terrestre” verranno mostrate le vicende umane che precedono e partecipano alla catastrofe, attraverso i pensieri ed i movimenti dei danzatori presenti sulla scena. Un punto di vista “celeste” rivelerà, secondo un processo aggregativo-distruttivo, le evoluzioni della materia dell’asteroide che si schianterà con la Terra. “Terrestre” e “celeste” sono gli elementi che convivono e si compenetrano all’interno di una coreografia che esprime la trascendenza e l’immanenza dell’esperienza umana in relazione al momento della sua fine.

Crediti

Coreografia e Interpreti: Sara Di Salvo, Valeria Pediglieri, Emanuela Vitale e Rosada Zangrì

Composizione e montaggio audio: Claudio Angelilli

Disegno Luci: Emiliano Ferracuti

a seguire:

AndroGiniArte

presenta

Elettra e Salome o della folle purezza fatale

Progetto di lettura tragica contemporanea a due voci, musica e danza

Scrittura scenica, video e regia di Paolo Lipartiti

Con Vanessa Formichetti e Serena Del Prete

Brani liberamente tratti da:

Dodici donne. Figure del destino nella letteratura drammatica di Maurizio Grande

Studi sul Dionisismo a cura di Maurizio Grande

Elettra di H. Von Hofmannsthal

Salome di O.Wilde

Il cristallo-Elettra segnato da un angosciante tratto femminile: l’impossibilità dell’oblio ne fa una creatura ferina e fatale che si abbevera alla piaga tenuta aperta dal ricordo dell’uccisione del padre.

Salome, cristallo di castità, minacciato dalle scorie dei sensi, catturata dalla voce che proviene da sotterra, dall’ombra oscura di Dioniso che cela l’astro notturno Salome-Luna.

La morte imposta acquista senso e valore nel momento in cui viene strappata alla Natura, padroneggiata e resa evento sacro.

Elettra appare come il fatale annuncio del consapevole nulla dell’esistenza proclamato da Schopenhauer; in essa, il tragico femminile ha indicato la via al nulla che si spalancherà poi nella civiltà occidentale con Nietzsche e Freud.

Dalla purezza incontrastata di Elettra a quella contaminata di Salome dal desiderio inappagato di avere il corpo casto di Jokanaan. Salome, come luna trafugata, pretende la testa del corpo desiderato, la bocca a cui strappare il bacio richiesto e non concesso.

P. Lipartiti
paololipartiti@libero.it

cell. 3479733636

Apericena a partire dalle 20.00

Sabato 26 Febbraio 2011
Volturno Occupato
Via Volturno 37, Roma

sab19Feb2011 – Orchestra Malancia

  • febbraio 2, 2011 11:17

Orchestra_Malancia

sabato 19 febbraio 2011
h. 21:00
Orchestra Malancia in concerto
(acustico/folk/sperimentale)
Descrizione:
Il progetto “orchestra Malancia” muove i suoi primi passi a Roma nel Novembre 2006, e nasce dall’ esigenza di creare un organico strumentale a più voci per organetti, cosa già sperimentata nel passato dalla Bosio Big Band, e dalla orchestra La Viola. Nel tempo si sono aggiunti nuovi compagni di viaggio che hanno dato vita ad una vera e propria Orchestra in cui il suono dell’organetto si è fuso con timbri di altri strumenti della tradizione popolare e non. A questo punto la scommessa è stata quella di sperimentare l’insperimentabile, andando a volte decisamente sopra le righe per poi ogni tanto planare con morbidezza su terreni più conosciuti.

Il nostro percorso viaggia nel tempo e nello spazio, dal Salento alla Francia, dai Balcani agli Stati Uniti, dalla Giamaica alla Sicilia, fino ad arrivare a brani originali frutto della condivisione delle nostre storie personali e del piacere di suonarle insieme. 

Contatto stampa:
orchestramalancia@gmail.com; queccio@inwind.it
Sito Web:
http://www.myspace.com/malancia
Orchestra Malancia – Showreel

Apericena a partire dalle 20:00

Sabato 19 febbraio 2011
Volturno Occupato
Via Volturno 37, Roma

ven18Feb2011 – Garage (Teatro da Battaglia)

  • febbraio 2, 2011 11:10

Venerdì 18 Febbraio 2011
h. 21:00

GARAGE
Un vuoto nel pieno della città
di Carlo Nesler

“Non è necessario rimanere seri per divertirsi,
si può ridere anche di cose serie.
Non è tutto oro ciò che luccica,
né il letame puzza poi tanto…”
Uno spazio parziale, al margine, al limite… un garage, dove non vengono celebrati strani riti, ma personaggi – forse un po’ estremi, particolari, irreali – cercano una fuga nella normalità. Ma sono pur sempre personaggi, come tutti noi.
Non si tratta di una commedia, né di un thriller… come se non potessero esserci altre forme di spettacolo!
Omosessualità, lavoro fisso, integrazione sociale, timidezza e fuga dalla
realtà non c’entrano niente, eppure è divertente.

Con:
Elisa Pieralice
Carmela Servino
Emiliano Passaro

Regia di:
Carlo Nesler

Aiuto regia:
Teodora Madasa

È la prima volta che questo testo viene messo in scena. L’autore ha riunito un gruppo di giovani attori di talento che, lavorando con cura e passione, hanno realizzato questo piccolo gioiello.

I personaggi che ci si presentano sono come fratelli o sorelle che, stando insieme senza nessun motivo, potrebbero scoprire che qualcosa li accomuna. I loro sogni ci trasportano nel mondo fin troppo reale della cruda solitudine della città, ma i loro tentativi di realizzare (o forse sfuggire?) tali sogni, ci portano a sorridere di loro.
Lo spettacolo cerca di stimolare l’auto-ironia dello spettatore; cioè riuscire a coinvolgerlo nel dramma di solitudine di questa inedita, quanto sacra, famiglia con una leggerezza tale da permettergli di ridere proprio di ciò in cui si riconosce. Per questo i personaggi sono
apparentemente così lontani dalla “normalità”, perché, appunto, è solo un’apparenza.
info@teatrodabattaglia.org
tel. 349 59 46 625
www.teatrodabattaglia.org
Apericena a partire dalle 20.00

venerdì 18 febbraio 2011
Volturno Occupato
Via Volturno 37, Roma

sab12Feb2011 – Ciecotrofismi + Eclectic Family Sound

  • febbraio 2, 2011 11:05

SABATO 12 FEBBRAIO 2011

ciecotrofismi

“CIECOTROFISMI («…eh?»)”
comicità contro ignoranza, razzismo, religione e altre perversioni

La ciecotrofìa è una particolarità del sistema digerente dei conigli: dopo aver mangiato, il loro intestino estrae dalle fibre tutte le sostanze nutrienti, le sintetizza in particolari feci simili nell’aspetto alla normale cacca, quindi il coniglio le evacua e poi le rimangia.

…e voi che credevate fossero dei teneri animaletti!

Ciecotrofismi è un monologo satirico pieno di storie come questa, così improbabili e così naturali che vi faranno ridere anche senza capirne il motivo.

Quanti squilli servono per farti cadere un occhio? Quale mente criminale ha progettato le batterie di pentole? Ha senso portare in tintoria l’abito per un morto? Come può una mucca ostacolare la rivoluzione?

Non sarà facile trovare le risposte, perché sarete troppo occupati a ridere.

Sesso, politica, religione e morte sono i condimenti preferiti dallo chef, in un menù composto di storie quotidiane, riflessioni paradossali e racconti surreali che il comico rivive in prima persona sulla scena, coinvolgendo il pubblico nelle situazioni più divertenti e inaspettate.

Ciecotrofismi è il secondo monologo satirico di Daniele Fabbri, uno spettacolo dissacrante come l’immagine di un tenero coniglietto che sta mangiando le sue feci.

L’associazione tra ciecotrofìa e satira è evidente: fanno bene alla salute, anche se l’aspetto è disgustoso.

A seguire Eclectic Family Sound (Dub/Reggae/Ska)

Apericena a partire dalle 20:00

sabato 12 febbraio 2011
Volturno Occupato
Via Volturno 37, Roma